Attualità

I “mostri” dei nostri giorni

30 OTTOBRE 2014

imagesAJVUEU4KDomani è Halloween ma invece di aver paura di mostri e streghe dovremmo aver paura di quelli che rendono i luoghi che frequentiamo meno sicuri: mi riferisco a quei maledetti drogati che lasciano le siringhe nel cortile della scuola!

Abbiamo avvertito i vigili i quali rimpallano la responsabilità all’Amiu a cui ho scritto una mail visto che spesso non hanno neanche i mezzi per ripulire le nostre vie… insomma alla fine credo che l’azione di ripulitura l’abbia effettuata il bidello oppure una mamma coscienziosa visto che quando sono tornata indietro ore dopo,  munita di guanti e sacchetto, la siringa non c’era più!

 Nel nostro piccolo dobbiamo avere occhi dappertutto, abbiamo il diritto di lamentarci visto che le tasse le paghiamo e pure salate ma se non provvedono in tempo meglio arrangiarsi….

Sarò cinica ma i drogati non li sopporto, mettono a repentaglio la vita di tutti soprattutto dei bambini che non possono difendersi e potrebbero raccogliere le siringhe infette. L’educazione parte all’origine, i genitori devono spiegare che la droga è un veleno e come tale uccide e se proprio non arriva a tanto deteriora l’organismo uccidendo le cellule del cervello!

Chi si droga è un malato e come tale deve essere curato ma non mi fa pena perché si è messo lui stesso in questa situazione, semmai sono i suoi cari o chi gli sta vicino che mi fa pena e che deve subire soprusi e frustrazioni perché ormai è la sostanza che ha assunto che si è impossessata della sua mente e non ha rispetto per nessuno!

Insegnate questo ai vostri figli fin dalla tenera età perché non sbaglino nell’età adolescenziale solo per compiacere un gruppo di egocentrici e soprattutto per evitare che diventino, da grandi, delle amebe senza cervello!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.