Archivi tag: ricette

Ricette sane e leggere

La dieta giusta si fa con le ricette giuste, con ricette sane e leggere appunto!

I “Subrich”, le frittatine piemontesi 

subrichQuando le ho assaggiate la prima volta da mia suocera, ad Alessandria, non essendo autoctona, le ho chiesto che cosa fossero e lei mi ha risposto: “Ma sono subrich, i frittini!”…così ho capito che si trattava di semplici frittatine di spinaci, dalla forma vagamente arrotondata che proprio per la loro spontaneità risultano particolari. In famiglia sono rimasti da sempre “i frittini”.

Ad Alessandria e provincia rappresentano un piatto tradizionale, che risale ai tempi della convivenza forzata con i francesi, infatti il nome deriva da “sur  (les) briques” che vuol dire cotti “sui mattoni”. Venivano fatti con le tenere erbe spontanee primaverili, per esempio il tarassaco o le barbe di frate…che ora possiamo sostituire con ortaggi più reperibili, spinaci appunto, erbette o patate. E’ quindi diventato un piatto del quotidiano, senza stagionalità, rivisitato con aggiunte di ogni tipo ma gustoso e leggero con gli ingredienti di base; c’è pure una fiera dedicata che si tiene a Masio (Al) il 25 aprile eppure non vi sono testimonianze e ricette sul web. Mi sono venuti in mente perché li hanno nominati in una trasmissione in bianco e nero, riguardante il Piemonte, giusto qualche giorno fa…

Ingredienti per 8 subrich:  500g di spinaci freschi,        2 uova, sale fino, noce moscata, 2 cucchiai di parmigiano o grana padano grattugiato.

Mondate e lavate bene gli spinaci. Ancora umidi metteteli in una pentola che li contenga e cuoceteli qualche minuto non appena si abbassano di volume, senza l’aggiunta di ulteriore acqua.

Spegnete la fiamma e togliete la loro acqua schiacciandoli con un cucchiaio; lasciateli da parte a raffreddare.

Intanto in una ciotola sbattete le uova con una forchetta, aggiungete una presa di sale (senza esagerare, al limite si potranno salare ancora una volta cotti), una grattugiata di noce moscata e il formaggio.

spinaciStrizzate ancora gli spinaci con le mani e poneteli su un apposito ripiano, sminuzzateli ulteriormente con il coltello.

Mescolateli bene al resto e scaldate una padella antiaderente con un goccio d’olio, deve bastare solo a non farli attaccare.

Continua la lettura di Ricette sane e leggere

ESTATE: RICETTE A BASE DI PESCE

Caldo, estate, voglia di mare…e di pesce!

Il pesce è troppo buono e fa pure bene perciò ho un sacco di ricette sfiziose e salutari da proporvi!

In questa pagina:

  • gamberi in padella: al brandy o al vino bianco

  • acciughe/alici marinate o al forno

  • spiedini di pesce gratinati in forno

  • calamaretti alla sciuè sciuè 

  • anelli di totano al vapore 

  • orata al forno 

  • sgombri in crosta di patate 

  • pesce spada ai carciofi 

  • caciucco alla livornese 

  • vongole “in potacchio” (da sole o per condire la pasta) 

  • fritto di latterini

Gamberoni al brandy

Per fare i gamberoni al brandy ci vorrà solo qualche minuto per pulirli lasciando però i carapaci                 (è più chic!).

Togliete le zampette e la testa, incideteli in modo da poterne facilitare la fuoriuscita una volta cotti, lavateli bene sotto l’acqua corrente fredda togliendo eventuali fili neri. Appoggiateli su carta assorbente mentre scaldate una padella antiaderente con pochissimo olio evo e uno spicchio d’aglio. Fateli insaporire giusto 3 minuti poi girateli, spruzzateli col brandy, poche gocce di tabasco e prezzemolo in quantità; fateli saltare giusto qualche minuto finché le codine non sono di un arancio acceso.

Continua la lettura di ESTATE: RICETTE A BASE DI PESCE

RICETTE IN QUARANTENA

In questo periodo in cui dobbiamo sfruttare il tempo della quarantena in modo utile è normale dedicarsi alla cucina con un approccio più creativo, soprattutto per chi, come me, è già appassionato di ricette e vuole inventarne altre. Unendo l’utile al dilettevole non facciamo solo scorte dei piatti che ci piacciono di più ma cerchiamo anche di evitare sprechi, di cucinare per noi e la nostra famiglia con ciò che rimane in casa visto che la spesa va fatta di rado o che ci facciamo portare direttamente il necessario!

A questo proposito ringrazio sentitamente i vari negozianti che hanno attuato il servizio di spesa a domicilio nella mia zona: panetteria Maceraudi Spreafico, la Conad, il macellaio di via Roma di Arona, ortofrutta Melamangio, la serra Albagreen di Dormelletto (della mia amica Silvia) che mi porta ortaggi e piante aromatiche… In questa situazione ho visto che i piccoli negozi fanno un servizio più veloce ed accurato.

Torta brisée integrale ai semi di chia con ripieno a scelta…

Sono stata molto felice di ricevere un like su Instagram da Simone Rugiati per questa torta salata…qualche volta anche gli chef famosi ci notano!In ogni caso l’impasto base è utile a lungo termine perché potete congelare in pellicola quello che eventualmente vi rimane, fare torte o tortine monoporzioni con il ripieno che avete.

Ingredienti per la pasta brisée: 100g di farina integrale, 200g di farina 00, 150g di burro, semi di chia (o semi misti), acqua fredda q.b.

Mettete in una ciotola capiente farina, semi e burro a cubetti aggiungendo man mano l’acqua e lavorandola bene con le mani come per la pasta frolla. Lasciatela in frigo coperta con pellicola finché non avrete preparato il ripieno.

In questo caso avevo preparato in precedenza delle melanzane al funghetto (saltate in padella con olio, aglio e prezzemolo). A queste va aggiunto del tonno in scatola ben spezzettato, un po’ di erbe miste di Provenza oppure timo o maggiorana freschi, una spolverata in superficie di parmigiano, semi di chia e noci a pezzetti…e via in forno a 180° per 40 minuti ventilato. La pasta deve colorirsi leggermente ed è buona anche riscaldata per 5-10 minuti. Si conserva in frigo per qualche giorno.

Continua la lettura di RICETTE IN QUARANTENA

Ricette dal mondo

L’esplorazione del mondo, stando nella mia cucina, è appena iniziata. Ci sono tantissimi piatti da scoprire insieme!

IMG_4786Quando ho iniziato a scrivere le ricette dal mondo era appena iniziato l’Expo che aveva come intento quello di farci conoscere la cultura culinaria di altri Paesi e viceversa di diffondere la nostra assieme alle bellezze culturali dell’Italia: abbiamo un tesoro da preservare e di cui andare fieri, speriamo che venga valorizzato!

Già sapete che sono una seguace della dieta mediterranea di cui continuerò a fornire ricette, dopo averle sperimentate…

Intanto, quando non c’è la possibilità di viaggiare per davvero, è bello farlo con la fantasia e naturalmente anche assaggiare piatti nuovi o strani, che si avvicinano o meno alle nostre pietanze, per conoscere gusti e usanze diverse o per semplice curiosità.

Le materie prime di un luogo renderebbero originali Globe-Antarcticaqueste ricette ed è anche giusto che ci sia una sorta di territorialità; se siamo a casa però cerchiamo di accontentarci cercando quello che più si avvicina agli ingredienti richiesti oppure possiamo seguire la ricetta di base fintanto che rispecchia i nostri gusti… (come dire: al posto delle cavallette fritte preferisco le verdure in pastella!).

  • Tortillas con burrito di carne e legumi

  • Insalata greca

  • Moussaka

  • Paella alla valenciana

  • Spaghetti con sugo di molluschi alla Corsa

  • Waffles –  Gauffres

Tortillas con burrito di carne e legumi

20160326_123942Ogni tanto mi diverto a prendere in prestito qualche idea dalla cucina di altri Paesi adattando le ricette al gusto mediterraneo e ai nostri ingredienti; esperimento riuscito e da ripetere! Le tortillas mi hanno fatto pensare alla piadina ma essendo di mais hanno una consistenza diversa, il ripieno è una bomba di sapori ma vi conquisterà!

Ingredienti:

4 tortillas (del supermercato), 50g di fontina, 2 fettine di petto di pollo, 1 pomodoro cuore di bue, 1 cipolla piccola, 100g di legumi cotti a scelta (fagioli neri o borlotti, ceci…), sale e spezie miste (paprika, cumino, zenzero, curcuma), insalata verde a scelta (songino, lattuga, spinacino…), peperoncino (facoltativo), olio d’oliva q.b., 4 stuzzicadenti.

Grigliate le fettine di pollo e tenetele da parte.

Preparate i fagioli insaporendoli in una padella con un po’ d’olio e una spolverata di spezie; frullateli fino a ridurli in crema.

In un padellino con pochissimo olio tagliuzzate la cipolla a spicchi sottili, aggiungete se volete il peperoncino (un pezzo da togliere20160326_120419 oppure tritato da lasciare…va a gusti: a me piace il piccante soft per quanto i messicani invece preferiscano andarci giù pesante!), il pomodoro, sempre a fettine senza i semi e la parte bianca interna, e fate cuocere giusto tre minuti per ammorbidire il tutto, aggiustate di sale.

Sistemate le tortillas sulla leccarda con carta da forno sotto e farcite: spalmate la crema di fagioli, mettete dei cubetti di carne in ognuna, la salsina di pomodori e cipolla, la fontina a pezzetti ed infine qualche foglia di insalata (si possono usare anche verdure tipo erbette, spinaci, fagiolini…la verdura sta bene di qualsiasi tipo!).

20160326_121811Ora chiudetele una per una fissandole in alto con uno stuzzicadenti ed infornate 10 minuti a 170-180° (a seconda delle indicazioni sulla confezione delle tortillas acquistate).

Una volta pronte togliete gli stuzzicadenti e servite calde, saranno leggermente croccanti fuori e morbide dentro…anche perché il formaggio si sarà fuso formando una crema morbida e saporita assieme agli altri ingredienti.20160326_122140

Se volete esagerare ci sono anche delle salsine messicane da abbinare oppure le potete intingere nella maionese….però io non vi ho detto niente eh?! Diciamo pure che seguiamo usi e costumi messicani fino in fondo!

tortillasTortillas fatte in casa

Ingredienti:

  • 200g di farina di mais bianca altrimenti, se non la trovate al super, utilizzate metà farina bianca o di semola e metà farina di mais del tipo Fioretto (è sottile e senza grumi, si usa anche per i dolci, per esempio le paste di meliga); non usate quella bramata per polenta!
  • 2 cucchiaini di sale fino
  • acqua q.b. (150-200ml), usatela tiepida e mescolatela poco alla volta fino a raggiungere un impasto simile a quello della piadina, morbido e non appiccicoso.

Con il vostro impasto formate delle palline un po’ più grandi di una noce e lasciatele riposare per una mezz’ora.palline impasto

Aiutandovi con della farina bianca sul piano di lavoro stendetele col mattarello e cuocetele un minuto per parte sulla piastra.

Quando dovrete prepararle scaldatele un altro minuto sulla piastra (o su padella antiaderente) e riempitele con il ripieno scelto. In questo caso si chiamano burritos oppure fajitas se utilizzate il macinato di manzo con i fagioli; la carne può variare, per esempio ieri ho unito ai fagioli (andrebbero meglio quelli neri) pezzettini di petto di pollo passati in padella, l’importante è condire bene con paprika oppure spezie miste, peperoncino e, perché no, con la caratteristica salsa di avocado:

avocadoSalsa guacamole

L’avocado è un frutto ricco di sostanze benefiche e di vitamine, combatte il colesterolo e contiene lo stesso tipo di grasso dell’olio d’oliva.

E’ molto energetico e, a detta degli antichi Aztechi, pure afrodisiaco!

Ingredienti per una ciotola piena:

1 avocado maturo (premendo col dito si sente che è morbido), olio d’oliva, peperoncino rosso (o verde se la volete forte) o in alternativa 2-3 gocce di tabasco, 1/2 succo di limone o 1 lime, prezzemolo fresco, sale, 2-3 pomodorini tagliati a pezzetti; c’è chi aggiunge semi di cumino o coriandolo, se li trovate potete provare, più spezie ci sono più si avvicina alla ricetta originale.

In una terrina schiacciate la polpa dell’avocado con una forchetta, dopo aver tolto il nocciolo, è così morbido che basterà un cucchiaino.

Schiacciatevi dentro anche i pomodorini, unite sale, prezzemolo e olio in abbondanza; il peperoncino va aggiunto ben sminuzzato oppure potete utilizzarne un po’ in polvere, se usate il tabasco attenzione perché è forte, usatene 2-3 gocce al massimo.

Le tortillas, a seconda di come vengono cotte o riempite, prendono nomi diversi (come il nostro pane che può diventare bruschetta o piadina ed essere cotto in mille modi e forme diverse); se friggete lo stesso impasto otterrete dei nachos, simili a patatine, uno stuzzichino ottimo da intingere nella salsa guacamole!


Insalata greca

DSCN3655Con l’estate alle porte mi viene voglia di insalate fresche e cosa c’è di meglio di una tipica insalata greca? Oltretutto la feta è un formaggio a basso contenuto calorico…

Ingredienti per 4 persone:

250gr di feta, 2-3 cetrioli, 250gr di olive nere Kalamata, 1 cipolla rossa di Tropea, 2 grandi pomodori grossi e succosi, 1 cucchiaino di miele, 4 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva, 1/2 limone, sale e pepe q.b., origano fresco o secco; pane azzimo o poco salato per accompagnare.

Continua la lettura di Ricette dal mondo

Biscottini!

BISCOTTI DI FROLLA CLASSICA

In questa domenica uggiosa dovevo per forza “produrre” qualcosa in cucina…così ho pensato di provare a fare i classici biscottini di frolla di cui il mio bimbo va matto ma che non disdegniamo nemmeno noi adulti, magari per accompagnare un the caldo. Questa volta sono venuti profumati e fragranti e non sbruciacchiati nei bordi…  Basta trovare la tecnica di cottura giusta!

Ingredienti (per una trentina di biscotti): 250gr di farina 00 + 30gr di maizena, 100gr di zucchero, 1 uovo medio, 125gr di burro freddo tagliato a cubetti, 1 bustina di vanillina, un po’ di scorza di limone o arancia grattugiata.

Mettete in un grilletto capiente gli ingredienti secchi poi aggiungete l’uovo, lavoratelo un pochino con una forchetta e poi impastate bene con le mani finché non si forma un bel panetto liscio e compatto. Tenetelo mezz’ora in frigo avvolto nella pellicola trasparente così sarà sodo al punto giusto per essere lavorato: su un foglio di carta da forno prendete un pezzettino per volta, schiacciatelo col mattarello tenendo uno spessore di almeno 1 cm e mezzo (troppo sottili diventerebbero secchi). Tirate fuori la gratella dal forno, bagnate un altro pezzo di carta da forno e strizzatelo, mettetelo sulla gratella e sopra di essa adagiate il pezzo di carta da forno con i biscotti: una volta che avrete raggiunto i 180° potete infornarli per 12-15 minuti, se vedete che prendono troppo colore negli ultimi 5 minuti tenete il forno leggermente aperto. Vedrete che in questo modo non si bruceranno né sotto né nei bordi ma resteranno piuttosto morbidi.

Si possono dare le forme desiderate, a mano o utilizzando le apposite formine; quelli semplici possono essere spennellati con pochissimo latte sul quale metterete un po’ di zucchero granella a piacere prima di infornare oppure potete semplicemente spolverizzare lo zucchero a velo una volta raffreddati. Per i più golosi si può intingere una metà nel cioccolato fondente fuso oppure fare i biscotti del tipo “occhio di bue” facendo un dischetto (usando un bicchierino), mettendoci la marmellata preferita in centro o la nutella e premendo sul bordo superiore un cordoncino di impasto.

Continua la lettura di Biscottini!

Ricette semplici e veloci

In questa pagina: crostata alla marmellata- carbonara leggera -hummus – insalata di ceci – rotolo di frittata alla ricotta – fagioli all’uccelletto – farro allo zafferano – parmigiana dietetica – pici al pesto di broccoli e pancetta – torta dietetica all’arancia – insalata sfiziosa di pollo lesso –  taccole al pomodoro – besciamella – impasto per crêpes ripiene


CROSTATA DI MARMELLATA CLASSICA  20150312_091959

Oggi vi svelerò una ricetta ed un metodo infallibile per fare la tipica crostata, fedele compagna di tante colazioni e merende, in tempo record! Di ricette ne ho provate tante e alla fine ne ho elaborata una che seguo da sempre.

Continua la lettura di Ricette semplici e veloci

Consigli dietetici per l’estate

Non ho assolutamente la pretesa di dirvi cosa dovete o non dovete mangiare, soprattutto nel periodo vacanziero: godetevi i sospirati giorni di libertà! Come ormai saprete la mia filosofia di base è “godersi la vita con un occhio alla salute!” per cui basterà seguire dei semplici consigli per stare bene senza soffrire o magari maledire la sottoscritta! In ogni caso in estate ci si muove di più all’aria aperta e viene più facile nutrirsi in modo sano, è il nostro fisico che richiede più frutta e verdura per reidratarsi, soprattutto per chi, come me, fa fatica a bere molta acqua!

DSCN1989Che siate a casa o sulla spiaggia si potrà comunque gustare una bella insalatona più volte a settimana e qui parte la fantasia, basta non mischiare troppi ingredienti di base e condirla con poco olio e sale, limone o aceto in quantità, spezie a scelta.

Continua la lettura di Consigli dietetici per l’estate

LA DIETA PRIMAVERA

Oggi il tempo non richiama molto il tepore primaverile ma ho voluto scrivere ugualmente questa dieta per le prossime giornate di sole, si spera, che faranno venire voglia di rimetterci in forma. Sicuramente, come le mie diete in generale, non si tratta della solita dieta sadica in vista della prova costume, è un regime alimentare “alla mediterranea”, si mangia un po’ di tutto in modo equilibrato senza troppe rinunce e si dimagrisce un po’ per volta perdendo i chili giusti e non la salute! Molte di voi saranno deluse perché si spera di ritrovarsi con molti chili in meno in poco tempo ma secondo me questo è deleterio e provoca solo un raptus famelico che fa ritornare come prima annullando ogni sacrificio e poi non si può continuare a lungo con le rinunce, parlo per me ma credo anche per molti di voi: io delle diete ipocaloriche e monotematiche mi stufo dopo due giorni e mi viene la depressione!

In ogni caso è facile da seguire e vi sono dei link che danno degli spunti su come cucinare le diverse proposte (rimandano alle mie ricette del blog e del mio libro) quindi non avrete più scuse! Si sa che bisogna aiutarsi con più movimento, possibilmente all’aria aperta, che bisogna ridurre grassi e dolci, per il resto seguite i miei suggerimenti e non ve ne pentirete! Ho creato i collegamenti alle ricette più adatte a questo periodo con ingredienti freschi e di stagione, a volte per renderle più leggere basterà togliere qualche ingrediente o limitare le porzioni.

Per la stagione più calda vi proporrò altre ricettine sfiziose! Intanto cominciamo con questa dieta: è divisa in scelte per Colazione, Pranzo e Cena. Vicino c’è un numero di Smile ☺  che indica il numero massimo di volte in cui quel piatto si può consumare alla settimana, basterà stamparla e fare delle crocette con la matita (se non volete ristamparla tante volte) vicino al piatto scelto di volta in volta fino ad un massimo di 14 scelte a settimana (7 a pranzo e 7 a cena).

Allora iniziamo e buon divertimento!

DIETA DI PRIMAVERA

Per lo sport da quando mi sono detta “appena fa bello vado a correre” piove sempre!! C’è ancora speranza….

La dieta delle stelle

bilancia

Per me e per le mie “amiche di pancia” che devono perdere solo qualche chiletto ho ideato questa dieta mediterranea, tenendo però conto di qualche consiglio medico-professionale di base, soprattutto con lo scopo di abituarsi ad uno stile di vita più sano e regolare; chi ha problemi di obesità o anoressia deve rivolgersi invece ad un medico di fiducia: è importante che ognuno abbia un modello soggettivo di dieta in base a ciò che gli piace e lo fa stare bene, evitando quindi altri cibi che invece provocano fastidi ed intolleranze. Nel mio caso ho cercato di moderare i latticini che mi causano effetti negativi quando ne abuso, più che altro limito salse e creme perché al latte non rinuncerei mai! Ve la propongo con l’intento di suggerire un modo di alimentarsi vario e fantasioso con ricette semplici e veloci, da poter ripetere durante la settimana senza il rischio di sentirsi schiavi della solita dieta mortificante e snervante che dopo due giorni fa insorgere crisi depressive e nevrotiche: meglio perdere peso gradatamente e con costanza piuttosto che vivere giornalmente con la voglia ossessiva di azzannare qualsiasi cosa capiti a tiro, sperando invano che i nostri sforzi ci rendano magre e asciutte come le modelle delle riviste!! Sicuramente dopo qualche cena fuori a sgranocchiare sedano e carote invece di godersi la grigliata in compagnia con gli amici più che i chili desiderati avremo certamente qualcosa che diminuirà: gli inviti a cena!

Continua la lettura di La dieta delle stelle