Test della personalità

I test della personalità mi hanno sempre attirato sia come passatempo che come modo per conoscersi meglio…




Ho trovato questo test molto carino e utile perché alla fine dà dei consigli per dormire bene; sinceramente non ne avrei bisogno, mi basta un letto o un divano e del tempo libero…se poi come oggi il tempo è grigio e fa freddo potrei cadere in letargo!

Potrebbe comunque interessare a chi è stressato e soffre d’insonnia…

http://www.focus.it/scienza/dormi-abbastanza-scopri-se-sei-in-debito-di-sonno

Notizie

Quando ci vuole ci vuole però intanto, per l’influenza, quest’anno ho scelto di non vaccinarmi anche alla luce di quanto successo; nell’attesa che si faccia chiarezza faccio in tempo ad ammalarmi due o tre volte! Intanto diamoci dentro con le vitamine!!

I disegni dei bambini

Durante l’assemblea della scuola elementare ci hanno riferito che ci sarà un nuovo servizio per controllare che non vi siano bambini dislessici o con qualche altro problema rilevabile attraverso la scrittura. Quella del grafologo è una professione che mi ha sempre incuriosito così pure, sempre nell’ambito della psicologia, chi riesce ad estrapolare eventuali problematiche dai disegni dei bambini, così mi sono documentata per fare un piccolo vademecum pratico che possa servire a noi mamme, naturalmente solo così per curiosità visto che l’ambito è molto vasto e, per casi particolari, bisogna valutare anche il contesto ambientale e familiare. Nel mio sito rimane a livello di gioco e probabilmente servirà solo ad evidenziare o confermare parti del carattere e della personalità di nostro figlio che, da genitori, abbiamo modo di verificare ogni giorno!

  In tutte le culture lo scarabocchio e la scrittura rappresentano un modo di esprimersi universale perciò da come il bambino utilizza lo spazio, il tratto, la dimensione del disegno, i colori possiamo capire quello che sente, come vive la realtà e se ha delle richieste che non riesce ad esteriorizzare con le parole. Di solito disegna quello che suscita in lui emozioni; nel centro del foglio mette quello che ha più importanza e tende ad enfatizzare, disegnandolo più grande di dimensione, ciò che ha un significato affettivo maggiore. Dobbiamo prestare attenzione solo a disegni ripetuti ossessivamente, solitamente certi disegni possono essere la rappresentazione di un umore passeggero!

Continua a leggere

Interpretazione di un disegno

Affascinata da questa attività di interpretare i disegni dei bambini oggi ho preso fra le mani un disegno di un bimbo di 6 anni che ultimamente disegna molto spesso montagne appuntite: il fatto che fossero appuntite non mi suonava bene così ho deciso di capire cosa mi volesse dire attraverso l’aiuto di chi fa questo lavoro.

DSCN3567

Ho trovato questo link molto interessante:

http://vivalamamma.tgcom24.it/2013/09/dal-seno-materno-al-rapporto-difficile-con-papa-tanti-i-significati-delle-montagne-nei-disegni/

Continua a leggere

Con chi mi “invipero” oggi

Una normale mattina di novembre alle Poste

imagesSi sa che andare a fare code negli Uffici pubblici in generale non è mai piacevole, soprattutto alle Poste dove, chissà perché, le code sono sempre interminabili e anche quando entri e trovi due persone, come oggi, ti viene da piangere dalla gioia…ma l’effetto dura poco quando ti accorgi che l’impiegato addetto solo alla corrispondenza ha notato anche lui la diminuzione di flusso in entrata e se ne va pacificamente nell’altra stanza.  Così la coda si allunga e l’ufficio che prima era mezzo vuoto diventa saturo in 5 minuti, il tempo per spedire un pacco come posta ordinaria (se solo passasse dalla buca delle lettere!) non è più quei 2 minuti che avevi considerato nella tua mente durante quel primo sprazzo di ottimismo iniziale!

Continua a leggere

Tra le pagine di un libro

Un altro libro che ho letto l’anno scorso ma che consiglierei vivamente è “Open” di Andre Agassi: non è affatto la solita autobiografia ma è una profonda retrospettiva di ciò che il bambino e ragazzino Andre ha dovuto subire dal padre per diventare un grande campione; se l’impegno e la volontà ripagano i sacrifici certo è che sarebbe meglio non forzare oltre ogni limite i bambini a fare uno sport o altro contro la loro volontà solo per vederli raggiungere dei traguardi che vorremmo fossero stati nostri.  Andre avrebbe preferito l’amore di una famiglia piuttosto della solitudine a cui l’ha portato il  ruolo che gli è stato imposto. Ci sono parti del libro che mi hanno commosso fino alle lacrime e che mi hanno lasciato un segno, soprattutto si capisce quali sono le priorità della vita… Per lo stile con cui è scritto si legge praticamente da solo!open Al protagonista ci si affeziona presto e soprattutto si apprezza come persona: è molto attivo nella beneficenza e ha messo a frutto la sua vita e le sue risorse proprio per aiutare i bambini. E’ stata tolta la concessione sul video dell’intervista con Fabio Fazio, un vero peccato che non si riesca a vedere! Non resta che leggere il libro!

 

 

Dove andare con i bimbi

  GITA A TORINO

20141116_160710Per chi abita non lontano da Torino ho sentito oggi che hanno aperto un bar, anzi quasi un ristorante in cui mangiare a pranzo o a cena fino a tardi oppure fare merenda con tutti i tipi di tè e tisane…ma non è un normale bar-ristorante, si tratta di un posto originale visto che è contornato da un sacco di gatti che, con la dovuta educazione, gironzolano qua e là seguendo pure dei percorsi ideati per loro…

_DSC0430 Continua a leggere

Notizie

Il vaccino l’abbiamo trovato noi!

C’è una nuova speranza per chi è malato e perché non vi sia una pandemia…

Voglio pubblicare e commentare con voi le notizie che più mi hanno colpito: l’articolo di Gramellini sui novantenni che non vogliono cedere il posto ai più giovani mi ha fatto divertire…poi ovviamente ci si pensa su e ci sono i risvolti negativi nel quotidiano: politici fate delle leggi perché questi vecchietti con l’età della pensione vadano finalmente a casa a godersi la vita e permettete a chi vuole lavorare di avere un reddito per crearsi una casa e una famiglia! Invece di pensare tanto alla legge per licenziare o no bisogna creare un mondo del lavoro più elastico in modo tale che chi se lo merita possa lavorare anche se ha superato i vent’anni, come me, ma ha un po’ di esperienza da mettere a frutto! Chi si dà da fare scommetto che non viene licenziato facilmente: il datore di lavoro ci mette tanto per formare una persona e non gli conviene cambiarla di continuo (se solo gli convenisse anche dal punto di vista dei contributi); meno tasse per dipendente e datore di lavoro, più soldi in busta e nell’azienda da far girare… Bisogna pensare ad entrambe le parti, solo così si muoverà la società! Poi mi viene una rabbia pensando che molte donne con bimbi sarebbero già felici di lavorare qualche ora, dando la possibilità ad altre come loro di coprire gli altri turni, non lavorerebbe più gente? Nello stesso tempo ci sarebbe anche il tempo di dedicarsi ai propri figli, contribuendo all’economia familiare…e non ci sarebbero madri depresse, distrutte dalla stanchezza per doversi fare in quattro quando rientrano a casa dopo un’intera giornata di lavoro! Poi ci sono anche le donne in carriera felici di esserlo e non ho niente in contrario; basta dare diverse possibilità a tutti… Ditemi cosa ne pensate!  


 

Ricordando Faletti che ho apprezzato molto come persona e come scrittore:  

…e non solo a quelle turche direi! Se penso ai nostri di politici!!!!


 

Dove non c’è civiltà la giustizia funziona al contrario…    


Secondo voi Suor Cristina avvicina la gente alla religione oppure allontana i religiosi dalla Chiesa?

Oggettivamente la voce non è male e se non lo dice lei “like a Virgin” chi lo può dire meglio?

 


Finalmente una buona notizia per le quasi mamme!

Diagnosi prenatale: arriva la «super amniocentesi» che stana l’80% delle malattie – Il Sole 24 ORE http://t.co/cgEZdgadiv via @sole24ore

I “mostri” dei nostri giorni

30 OTTOBRE 2014

imagesAJVUEU4KDomani è Halloween ma invece di aver paura di mostri e streghe dovremmo aver paura di quelli che rendono i luoghi che frequentiamo meno sicuri: mi riferisco a quei maledetti drogati che lasciano le siringhe nel cortile della scuola!

Abbiamo avvertito i vigili i quali rimpallano la responsabilità all’Amiu a cui ho scritto una mail visto che spesso non hanno neanche i mezzi per ripulire le nostre vie… insomma alla fine credo che l’azione di ripulitura l’abbia effettuata il bidello oppure una mamma coscienziosa visto che quando sono tornata indietro ore dopo,  munita di guanti e sacchetto, la siringa non c’era più!

 Nel nostro piccolo dobbiamo avere occhi dappertutto, abbiamo il diritto di lamentarci visto che le tasse le paghiamo e pure salate ma se non provvedono in tempo meglio arrangiarsi….

Sarò cinica ma i drogati non li sopporto, mettono a repentaglio la vita di tutti soprattutto dei bambini che non possono difendersi e potrebbero raccogliere le siringhe infette. L’educazione parte all’origine, i genitori devono spiegare che la droga è un veleno e come tale uccide e se proprio non arriva a tanto deteriora l’organismo uccidendo le cellule del cervello!

Chi si droga è un malato e come tale deve essere curato ma non mi fa pena perché si è messo lui stesso in questa situazione, semmai sono i suoi cari o chi gli sta vicino che mi fa pena e che deve subire soprusi e frustrazioni perché ormai è la sostanza che ha assunto che si è impossessata della sua mente e non ha rispetto per nessuno!

Insegnate questo ai vostri figli fin dalla tenera età perché non sbaglino nell’età adolescenziale solo per compiacere un gruppo di egocentrici e soprattutto per evitare che diventino, da grandi, delle amebe senza cervello!!

Dove andare con i bimbi

PARCO ZOOM TORINO

DSCN1403Mio figlio adora ogni genere di animale così possiamo dire che conosciamo tutti i parchi safari nel raggio di 400 km…

Ieri siamo tornati per la seconda volta allo Zoom di Cumiana, in provincia di Torino, non certo perché fossimo rimasti soddisfatti in pieno la prima volta: era ancora in fase di costruzione con reti e gru annesse e non è che avessero scontato il biglietto d’ingresso che, secondo me, è abbastanza caro: 20,00 euro per gli adulti e 15,00 euro per i bambini; se volete risparmiare anche 10,00 euro vi conviene comprare on-line programmando la visita e comunque, se non potete programmarla, è sempre meglio utilizzare tale sistema per saltare la fila (col biglietto stampato si va direttamente all’ingresso!).

Questa volta il colpo d’occhio a lavori finiti era decisamente migliore così pure la collocazione degli animali. Mi è piaciuta in particolare la dimostrazione dei rapaci (attenzione agli orari: ne fanno solo una a mezzogiorno): ti volano vicinissimi e li puoi osservare nei loro comportamenti abituali di volo e caccia.DSCN3552

 

Nota dolente, rilevata anche la volta scorsa: file interminabili per accaparrarsi un panino, sicuramente dovute anche alla mancanza i personale e di organizzazione; per non dover prendere il solito panino abbiamo fatto una fila di mezz’ora nella zona barbecue: già pregustavo il super panino con le mie due salsicce appena grigliate, ero quasi arrivata alla meta quand’ecco che il tipo alla cassa sentenzia a mezza voce: le salsicce sono finite, sono rimasti i wurstel! Chi lo dice a mio figlio che dovrà accontentarsi del mezzo panino al salame che, fortunatamente, ho portato da casa? Meno male siamo riusciti a tirare avanti con crackers e merendine fino al pomeriggio anche se un’altra fila ce la siamo beccata comunque per l’acqua (il distributore all’entrata non era in funzione da tempo a giudicare dalle ragnatele che lo ricoprivano! e ti pareva: al bar si può maggiorare il prezzo su tutto…). Suggerimento disinteressato: in qualsiasi parco andiate portatevi uno zaino con tutto il necessario ed eviterete di rovinarvi la giornata!

DSCN1441

 

Mi consigli un film?

Anni fa il ragazzo che poi sarebbe diventato mio marito mi ha fatto apprezzare le commedie francesi: in generale consideravo tutti i film francesi dei lungometraggi noiosi e senza senso invece, per quanto riguarda le commedie, avevo torto marcio!

Il primo che vi consiglio, ma non saprei se consigliare più il libro (2007) o il film, si intitola “L’eleganza del riccio”. Entrambi sono deliziosi e devo dire che quasi sempre i protagonisti delle commedie francesi sono originali. Molto spesso la fine è inconsueta e si fa fatica a capire, in realtà il bello è proprio questo: l’esito rimane aperto e, come nella vita reale, si può solo immaginare!

 

 

Un’altra commedia francese che mi ha fatto scompisciare (si può dire?) dalle risate è stata “Tanguy”: non è molto conosciuto e l’ho scoperto anni fa quasi per caso.

Possono scattare strani meccanismi in famiglia quando un figlio non se ne va più di casa, ben oltre il raggiungimento della maggiore età…. e direi che oggigiorno è un tema alquanto attuale! Certo nel film è tutto enfatizzato ed ironizzato al massimo ma almeno in questo caso ci si ride su!

Tra le pagine di un libro

La scuola è iniziata da poco e tra i vari libri della mia libreria che attendono di essere letti ecco che mi cade l’occhio su “Diario di scuola” di Daniel Pennac. Un libro leggero e rilassante che in molte pagine vi farà sorridere e magari ricordare un passato scolastico non sempre felice…

Consigliato ai non secchioni e a chi si fa le paranoie per i voti scolastici dei figli: Pennac ci regala una sorta di riscatto con la dimostrazione che ognuno ha i suoi tempi e se le capacità ci sono prima o poi si manifestano. Se lui stesso, da somaro che era a scuola, da adulto è diventato perfino insegnante ed infine scrittore famoso c’è speranza per chiunque voglia seguire le proprie aspirazioni!

 cop

 

 

 

P.s.  …come me che almeno in questo sito faccio finta di essere scrittrice e giornalista!

Cosa stai leggendo? Che libro consiglieresti? C’è un libro per ogni momento ed età della vita…

Lo spirito del Natale

Premetto che quest’anno vorrei che tutti ritrovassero lo spirito giusto del Natale facendo solo i regali ai bambini…e ai giochi per i bimbi, almeno in questa occasione,  dobbiamo pensarci per tempo, Babbo Natale o Gesù Bambino devono arrivare puntuali!

Odio le risse degli ultimi giorni pre-natalizi e gli spintoni per accaparrarsi qualsiasi cosa rimasta, in nome del consumismo!

11-Stampi-silicone_diaporama_550Giusto per avere dei pacchettini sotto l’albero meglio pensare alle cose necessarie per noi, per i nostri cari o per la casa in generale… e qui non si sbaglia mai!

1-Lenzuola-libro_diaporama_550Un lenzuolo nuovo è un’idea carina e in giro ce ne sono di originali…questo ha addirittura stampate le pagine di un libro; in questo caso preferirei regalare o ricevere un libro, molto più comodo…

Per la nonna, la zia o la suocera si va sul sicuro con un infusore per il the assieme a qualche the o tisana particolare. Carino questo a forma di squaletto…

Oppure una caffettiera moka colorata o decorata, ho già visto in giro questa della Bialetti…

Se si tratta di una cuoca provetta che ama fare dolci o altre prelibatezze in cucina utensili vari o le “lillotte” in silicone verranno di certo apprezzate.

Per i bimbi credo che la cosa migliore sia regalare dei giochi da fare con tutta la famiglia o con gli amici, magari di quelli istruttivi.

In genere vanno molto i supereroi, magari non giganteschi così se li possono portare in giro oppure le riproduzioni dei propri animali preferiti (ormai a noi manca poco per completare l’intera generazione di dinosauri…).

Purtroppo anche per i bambini il tablet ed i videogiochi sono una droga quotidiana, ogni tanto va bene ma non viziamoli troppo perché le novità sono talmente tante e veloci che poi vorrebbero sempre l’ultimo uscito e pubblicizzato con grande dispiacere del nostro portafoglio….e anche nostra quando vediamo che il super gioco di turno viene accantonato per il microscopico giochino di plastica perso nella cesta due mesi fa…

In ogni caso ci sono parecchie novità e anche siti con giochi da comprare on-line se non vogliamo girare come trottole: vi propongo un sito che ho trovato, sicuramente utile per avere un’idea generale di quello che c’è in giro  http://www.chegiochi.it/

Se il vostro budget non vi permette di fare regali a tutti e siete brave a fare dolcetti ci sono ricette natalizie pronte a soddisfare ogni palato, importante puntare sulla confezione ad effetto!


Se avete idee originali o qualcosa da proporre (per esempio create qualcosa con le vostre mani?) potete scriverlo nei commenti.

Ricette dolci di Natale

Come avevo già accennato non è male l’idea di preparare dei dolcetti per accontentare un po’ tutti e per fare o aggiungere un pensiero fatto con il cuore… e naturalmente con le proprie mani!

PANETTONI MIGNON AL CUOR DI CIOCCOLATO

IMG-20151220-WA0000

Ingredienti per 5 panettoncini: pirottini per panettoni, 3 uova freschissime a temperatura ambiente (1 ora fuori frigo), 80gr di burro morbido, 250gr di zucchero, 350gr di farina 0, 130ml di latte intero, scorza grattugiata e succo di mezza arancia, scorza grattugiata di 1 limone, 10gr di lievito per torte salate a lievitazione instantanea, cioccolato fondente (3-4 quadrati). Mandorle e granella di zucchero per la guarnizione. Chi vuole può mettere nell’impasto uvetta o canditi (io non li metto perché non mi piacciono!!).

Continua a leggere

Consigli, notizie e pensieri in libertà!