ESTATE: RICETTE A BASE DI PESCE

Caldo, estate, voglia di mare…e di pesce!

Il pesce è troppo buono e fa pure bene perciò ho un sacco di ricette sfiziose e salutari da proporvi!

In questa pagina:

  • gamberi in padella: al brandy o al vino bianco

  • acciughe/alici marinate o al forno

  • spiedini di pesce gratinati in forno

  • calamaretti alla sciuè sciuè 

  • anelli di totano al vapore 

  • orata al forno 

  • sgombri in crosta di patate 

  • pesce spada ai carciofi 

  • caciucco alla livornese 

  • vongole “in potacchio” (da sole o per condire la pasta) 

  • fritto di latterini

Gamberoni al brandy

Per fare i gamberoni al brandy ci vorrà solo qualche minuto per pulirli lasciando però i carapaci                 (è più chic!).

Togliete le zampette e la testa, incideteli in modo da poterne facilitare la fuoriuscita una volta cotti, lavateli bene sotto l’acqua corrente fredda togliendo eventuali fili neri. Appoggiateli su carta assorbente mentre scaldate una padella antiaderente con pochissimo olio evo e uno spicchio d’aglio. Fateli insaporire giusto 3 minuti poi girateli, spruzzateli col brandy, poche gocce di tabasco e prezzemolo in quantità; fateli saltare giusto qualche minuto finché le codine non sono di un arancio acceso.

Continua la lettura di ESTATE: RICETTE A BASE DI PESCE

BARCHETTE DI ZUCCHINE AL TONNO

L’estate si avvicina e con essa la voglia di cucinare più verdura e ortaggi; con lo stesso ripieno si possono farcire anche pomodori, patate, cipolle o melanzane (ammorbidite prima nel forno). Le verdure ripiene sono un piatto unico versatile che può costituire un antipasto, un contorno o un secondo leggero.

Ingredienti per una teglia di zucchine al tonno:

8 zucchine tagliate a metà oppure piccole, 1 scatoletta di tonno da 78g (peso sgocciolato), 1 uovo, 1 cucchiaio di pane grattugiato, 1 cipolla per il soffritto, poco olio, 2 acciughe, 1 cucchiaio di capperi, olive nere o verdi, spezie a scelta (origano, timo, basilico, maggiorana, menta).

Continua la lettura di BARCHETTE DI ZUCCHINE AL TONNO

RICETTE IN QUARANTENA

In questo periodo in cui dobbiamo sfruttare il tempo della quarantena in modo utile è normale dedicarsi alla cucina con un approccio più creativo, soprattutto per chi, come me, è già appassionato di ricette e vuole inventarne altre. Unendo l’utile al dilettevole non facciamo solo scorte dei piatti che ci piacciono di più ma cerchiamo anche di evitare sprechi, di cucinare per noi e la nostra famiglia con ciò che rimane in casa visto che la spesa va fatta di rado o che ci facciamo portare direttamente il necessario!

A questo proposito ringrazio sentitamente i vari negozianti che hanno attuato il servizio di spesa a domicilio nella mia zona: panetteria Maceraudi Spreafico, la Conad, il macellaio di via Roma di Arona, ortofrutta Melamangio, la serra Albagreen di Dormelletto (della mia amica Silvia) che mi porta ortaggi e piante aromatiche… In questa situazione ho visto che i piccoli negozi fanno un servizio più veloce ed accurato.

Torta brisée integrale ai semi di chia con ripieno a scelta…

Sono stata molto felice di ricevere un like su Instagram da Simone Rugiati per questa torta salata…qualche volta anche gli chef famosi ci notano!In ogni caso l’impasto base è utile a lungo termine perché potete congelare in pellicola quello che eventualmente vi rimane, fare torte o tortine monoporzioni con il ripieno che avete.

Ingredienti per la pasta brisée: 100g di farina integrale, 200g di farina 00, 150g di burro, semi di chia (o semi misti), acqua fredda q.b.

Mettete in una ciotola capiente farina, semi e burro a cubetti aggiungendo man mano l’acqua e lavorandola bene con le mani come per la pasta frolla. Lasciatela in frigo coperta con pellicola finché non avrete preparato il ripieno.

In questo caso avevo preparato in precedenza delle melanzane al funghetto (saltate in padella con olio, aglio e prezzemolo). A queste va aggiunto del tonno in scatola ben spezzettato, un po’ di erbe miste di Provenza oppure timo o maggiorana freschi, una spolverata in superficie di parmigiano, semi di chia e noci a pezzetti…e via in forno a 180° per 40 minuti ventilato. La pasta deve colorirsi leggermente ed è buona anche riscaldata per 5-10 minuti. Si conserva in frigo per qualche giorno.

Continua la lettura di RICETTE IN QUARANTENA

BRIOCHES SFOGLIATE…professionali!

Brioches sfogliate 

Le brioches o cornetti all’italiana, per essere precisi, brioches sfogliaterappresentano un debole che ho da sempre… datemi un vassoio di 10 brioches con qualsiasi ripieno e io me le divoro! Soprattutto appena uscite dal forno, con quel profumo di burro che ti avvolge…

Ultimamente, con la scusa della quarantena e di tanto tempo da dedicare alla cucina, ho voluto provare quelle sfogliate pensando che fossero più laboriose dell’altra ricetta con la pasta brioche…invece sono rimasta sorpresa che utilizzando il metodo semplice della spennellatura del burro, senza doverlo incassare come per la pasta sfoglia, si ottenga un risultato pazzesco! Credo che le farò sempre così, voi provatele e poi mi dite…

 

Continua la lettura di BRIOCHES SFOGLIATE…professionali!

Le mode sui Social…secondo me

Ebbene sì, sono una “contro-influenzer”, non nel senso pratico del termine anche se vorrei poter fare qualcosa di concreto contro questa influenza così feroce; sono controcorrente per quanto riguarda questa moda dei Social di voler evidenziare davanti al mondo intero che “ce la faremo”! Certo che ce la faremo, basta stare a casa a…non far niente cercando di non romperci una gamba cadendo dalla scala, di non farsi cadere un martello in testa, di non prendersi la salmonella mangiando il

Continua la lettura di Le mode sui Social…secondo me

Riflessioni simil-filosofiche sul Coronavirus

Vi scrivo dal Piemonte, in questa settimana abbiamo provato il clima apocalittico dovuto alle restrizioni imposte e anche se qui è certo meglio che nelle cosiddette zone rosse, tutto questo ci ha messo a dura prova, viviamo nell’incertezza perché si tratta di una situazione nuova che i media fanno fatica a gestire, i politici decidono ascoltando gli esperti del settore ma anche i vari virologi sono di pareri controversi. Poi ci si stupisce dell’assalto ai supermercati e la frase che sento più spesso è “ma sono tutti impazziti”? Il più delle volte lo dicono dopo essere stati anch’essi a far mambassa al super… rischiando il contagio!

Continua la lettura di Riflessioni simil-filosofiche sul Coronavirus

Carnevale in cucina!!

In questa pagina: torta Arlecchino, frittelle di Carnevale, ciambelle dolci fritte, castagnole

TORTA ARLECCHINO

Ho imparato a fare questa torta al corso di pasticceria dallo chef Attilio che gestiva una pasticceria famosa a Lesa; inizialmente mi sembrava una delle torte base, la tipica merenda preferita dai bambini ma poi ho visto che è speciale perché oltre che essere tutta colorata all’interno rimane saporita e umida…. L’arcobaleno di colori lo deciderete voi, verrà sempre diversa ma sempre divertente e buonissima per grandi e piccini!!

Ingredienti per una tortiera da 22-24cm: 260g di farina 00, 4 tuorli + 4 bianchi, 220g di zucchero, 120ml di latte, 120ml di olio di semi, 1 bustina di lievito vanigliato, coloranti vegetali per creme a scelta (in bustine oppure in tubetto), 2 cucchiai di cacao amaro, acqua q.b. Copertura: 50ml di panna fresca, 100ml di cioccolato fondente.

Dividete i bianchi dai tuorli e montate questi ultimi con lo zucchero. I bianchi, ben montati con un pizzico di sale, potete tenerli in frigo mentre miscelate il resto, a mano o con un robot da cucina (da non utilizzare solo per l’aggiunta dei bianchi).

Al composto di tuorli aggiungete il latte e l’olio poi gradatamente la farina unita al lievito continuando a mescolare per evitare grumi (consiglio di setacciare prima la farina). A questo punto potete amalgamare  i bianchi montati a neve, mescolando dal basso verso l’alto delicatamente.  Accendete il forno, modalità statica, a 180° così si scalda mentre passerete alla colorazione:  l’impasto cremoso va diviso in 4 ciotole (o 3 se volete meno colori) in ognuna delle quali metterete 2-3 cucchiaini di polvere colorante; attenzione che se si asciuga l’impasto col colorante bisognerà aggiungere pochissima acqua di volta in volta, regolandosi sull’intensità del colore (per esempio il rosso tenderà a diventare rosa se in minima quantità oppure virerà all’arancione o al viola!)….insomma con la cottura la colorazione interna sarà una sorpresa!! Naturalmente non può mancare la parte al cacao, aggiungetevi 2 cucchiai in una ciotola mentre un’altra potete lasciarla bianca senza niente. Foderate la base di una tortiera con la carta forno mentre per il bordo dovrete ungere con un po’ di burro e farina.  Cominciate a mettere un colore a scelta servendovi di un mestolo (quantità di 2 mestoli per volta) versando il composto in centro e facendolo scivolare nei bordi roteando la tortiera, procedete così con un altro colore alternandoli tra loro, non importa se i cerchi di colore si mischiano nei contorni.

Una volta completati gli strati infornate a mezza altezza per 25-30 minuti.

Quando è fredda potrete ricoprirla con la glassa: sciogliete il cioccolato a bagnomaria e aggiungete, mescolando, la panna. Appoggiate la torta su una gratella e ricopritela interamente. Se vi rimane della panna potete utilizzarla per altri decori ma per Carnevale ho preferito semplicemente dare una spruzzata di zuccherini colorati!

Ricetta presente anche nel libro “Torte e merende”

FRITTELLE DI CARNEVALE

Ogni tanto si fa dieta…ma in questo periodo non chiedetemi di farla! Insomma certe feste vanno onorate come si deve perciò provate queste fantastiche  frittelle e non ve ne pentirete! Vorrà dire che la settimana dopo faremo i bravi con le altre ricettine leggere…

Continua la lettura di Carnevale in cucina!!

Ricette dal mondo

L’esplorazione del mondo, stando nella mia cucina, è appena iniziata. Ci sono tantissimi piatti da scoprire insieme!

IMG_4786Quando ho iniziato a scrivere le ricette dal mondo era appena iniziato l’Expo che aveva come intento quello di farci conoscere la cultura culinaria di altri Paesi e viceversa di diffondere la nostra assieme alle bellezze culturali dell’Italia: abbiamo un tesoro da preservare e di cui andare fieri, speriamo che venga valorizzato!

Già sapete che sono una seguace della dieta mediterranea di cui continuerò a fornire ricette, dopo averle sperimentate…

Intanto, quando non c’è la possibilità di viaggiare per davvero, è bello farlo con la fantasia e naturalmente anche assaggiare piatti nuovi o strani, che si avvicinano o meno alle nostre pietanze, per conoscere gusti e usanze diverse o per semplice curiosità.

Le materie prime di un luogo renderebbero originali Globe-Antarcticaqueste ricette ed è anche giusto che ci sia una sorta di territorialità; se siamo a casa però cerchiamo di accontentarci cercando quello che più si avvicina agli ingredienti richiesti oppure possiamo seguire la ricetta di base fintanto che rispecchia i nostri gusti… (come dire: al posto delle cavallette fritte preferisco le verdure in pastella!).

  • Tortillas con burrito di carne e legumi

  • Insalata greca

  • Moussaka

  • Paella alla valenciana

  • Spaghetti con sugo di molluschi alla Corsa

  • Waffles –  Gauffres

Tortillas con burrito di carne e legumi

20160326_123942Ogni tanto mi diverto a prendere in prestito qualche idea dalla cucina di altri Paesi adattando le ricette al gusto mediterraneo e ai nostri ingredienti; esperimento riuscito e da ripetere! Le tortillas mi hanno fatto pensare alla piadina ma essendo di mais hanno una consistenza diversa, il ripieno è una bomba di sapori ma vi conquisterà!

Ingredienti:

4 tortillas (del supermercato), 50g di fontina, 2 fettine di petto di pollo, 1 pomodoro cuore di bue, 1 cipolla piccola, 100g di legumi cotti a scelta (fagioli neri o borlotti, ceci…), sale e spezie miste (paprika, cumino, zenzero, curcuma), insalata verde a scelta (songino, lattuga, spinacino…), peperoncino (facoltativo), olio d’oliva q.b., 4 stuzzicadenti.

Grigliate le fettine di pollo e tenetele da parte.

Preparate i fagioli insaporendoli in una padella con un po’ d’olio e una spolverata di spezie; frullateli fino a ridurli in crema.

In un padellino con pochissimo olio tagliuzzate la cipolla a spicchi sottili, aggiungete se volete il peperoncino (un pezzo da togliere20160326_120419 oppure tritato da lasciare…va a gusti: a me piace il piccante soft per quanto i messicani invece preferiscano andarci giù pesante!), il pomodoro, sempre a fettine senza i semi e la parte bianca interna, e fate cuocere giusto tre minuti per ammorbidire il tutto, aggiustate di sale.

Sistemate le tortillas sulla leccarda con carta da forno sotto e farcite: spalmate la crema di fagioli, mettete dei cubetti di carne in ognuna, la salsina di pomodori e cipolla, la fontina a pezzetti ed infine qualche foglia di insalata (si possono usare anche verdure tipo erbette, spinaci, fagiolini…la verdura sta bene di qualsiasi tipo!).

20160326_121811Ora chiudetele una per una fissandole in alto con uno stuzzicadenti ed infornate 10 minuti a 170-180° (a seconda delle indicazioni sulla confezione delle tortillas acquistate).

Una volta pronte togliete gli stuzzicadenti e servite calde, saranno leggermente croccanti fuori e morbide dentro…anche perché il formaggio si sarà fuso formando una crema morbida e saporita assieme agli altri ingredienti.20160326_122140

Se volete esagerare ci sono anche delle salsine messicane da abbinare oppure le potete intingere nella maionese….però io non vi ho detto niente eh?! Diciamo pure che seguiamo usi e costumi messicani fino in fondo!

tortillasTortillas fatte in casa

Ingredienti:

  • 200g di farina di mais bianca altrimenti, se non la trovate al super, utilizzate metà farina bianca o di semola e metà farina di mais del tipo Fioretto (è sottile e senza grumi, si usa anche per i dolci, per esempio le paste di meliga); non usate quella bramata per polenta!
  • 2 cucchiaini di sale fino
  • acqua q.b. (150-200ml), usatela tiepida e mescolatela poco alla volta fino a raggiungere un impasto simile a quello della piadina, morbido e non appiccicoso.

Con il vostro impasto formate delle palline un po’ più grandi di una noce e lasciatele riposare per una mezz’ora.palline impasto

Aiutandovi con della farina bianca sul piano di lavoro stendetele col mattarello e cuocetele un minuto per parte sulla piastra.

Quando dovrete prepararle scaldatele un altro minuto sulla piastra (o su padella antiaderente) e riempitele con il ripieno scelto. In questo caso si chiamano burritos oppure fajitas se utilizzate il macinato di manzo con i fagioli; la carne può variare, per esempio ieri ho unito ai fagioli (andrebbero meglio quelli neri) pezzettini di petto di pollo passati in padella, l’importante è condire bene con paprika oppure spezie miste, peperoncino e, perché no, con la caratteristica salsa di avocado:

avocadoSalsa guacamole

L’avocado è un frutto ricco di sostanze benefiche e di vitamine, combatte il colesterolo e contiene lo stesso tipo di grasso dell’olio d’oliva.

E’ molto energetico e, a detta degli antichi Aztechi, pure afrodisiaco!

Ingredienti per una ciotola piena:

1 avocado maturo (premendo col dito si sente che è morbido), olio d’oliva, peperoncino rosso (o verde se la volete forte) o in alternativa 2-3 gocce di tabasco, 1/2 succo di limone o 1 lime, prezzemolo fresco, sale, 2-3 pomodorini tagliati a pezzetti; c’è chi aggiunge semi di cumino o coriandolo, se li trovate potete provare, più spezie ci sono più si avvicina alla ricetta originale.

In una terrina schiacciate la polpa dell’avocado con una forchetta, dopo aver tolto il nocciolo, è così morbido che basterà un cucchiaino.

Schiacciatevi dentro anche i pomodorini, unite sale, prezzemolo e olio in abbondanza; il peperoncino va aggiunto ben sminuzzato oppure potete utilizzarne un po’ in polvere, se usate il tabasco attenzione perché è forte, usatene 2-3 gocce al massimo.

Le tortillas, a seconda di come vengono cotte o riempite, prendono nomi diversi (come il nostro pane che può diventare bruschetta o piadina ed essere cotto in mille modi e forme diverse); se friggete lo stesso impasto otterrete dei nachos, simili a patatine, uno stuzzichino ottimo da intingere nella salsa guacamole!


Insalata greca

DSCN3655Con l’estate alle porte mi viene voglia di insalate fresche e cosa c’è di meglio di una tipica insalata greca? Oltretutto la feta è un formaggio a basso contenuto calorico…

Ingredienti per 4 persone:

250gr di feta, 2-3 cetrioli, 250gr di olive nere Kalamata, 1 cipolla rossa di Tropea, 2 grandi pomodori grossi e succosi, 1 cucchiaino di miele, 4 cucchiai d’olio extra-vergine d’oliva, 1/2 limone, sale e pepe q.b., origano fresco o secco; pane azzimo o poco salato per accompagnare.

Continua la lettura di Ricette dal mondo

Biscottini!

BISCOTTI DI FROLLA CLASSICA

In questa domenica uggiosa dovevo per forza “produrre” qualcosa in cucina…così ho pensato di provare a fare i classici biscottini di frolla di cui il mio bimbo va matto ma che non disdegniamo nemmeno noi adulti, magari per accompagnare un the caldo. Questa volta sono venuti profumati e fragranti e non sbruciacchiati nei bordi…  Basta trovare la tecnica di cottura giusta!

Ingredienti (per una trentina di biscotti): 250gr di farina 00 + 30gr di maizena, 100gr di zucchero, 1 uovo medio, 125gr di burro freddo tagliato a cubetti, 1 bustina di vanillina, un po’ di scorza di limone o arancia grattugiata.

Mettete in un grilletto capiente gli ingredienti secchi poi aggiungete l’uovo, lavoratelo un pochino con una forchetta e poi impastate bene con le mani finché non si forma un bel panetto liscio e compatto. Tenetelo mezz’ora in frigo avvolto nella pellicola trasparente così sarà sodo al punto giusto per essere lavorato: su un foglio di carta da forno prendete un pezzettino per volta, schiacciatelo col mattarello tenendo uno spessore di almeno 1 cm e mezzo (troppo sottili diventerebbero secchi). Tirate fuori la gratella dal forno, bagnate un altro pezzo di carta da forno e strizzatelo, mettetelo sulla gratella e sopra di essa adagiate il pezzo di carta da forno con i biscotti: una volta che avrete raggiunto i 180° potete infornarli per 12-15 minuti, se vedete che prendono troppo colore negli ultimi 5 minuti tenete il forno leggermente aperto. Vedrete che in questo modo non si bruceranno né sotto né nei bordi ma resteranno piuttosto morbidi.

Si possono dare le forme desiderate, a mano o utilizzando le apposite formine; quelli semplici possono essere spennellati con pochissimo latte sul quale metterete un po’ di zucchero granella a piacere prima di infornare oppure potete semplicemente spolverizzare lo zucchero a velo una volta raffreddati. Per i più golosi si può intingere una metà nel cioccolato fondente fuso oppure fare i biscotti del tipo “occhio di bue” facendo un dischetto (usando un bicchierino), mettendoci la marmellata preferita in centro o la nutella e premendo sul bordo superiore un cordoncino di impasto.

Continua la lettura di Biscottini!

Dolci per tutte le stagioni…

IMG_20160420_090356Ci sono dolci, come le brioche, che vanno bene in qualsiasi stagione e  che scandiscono le nostre giornate: svegliarsi con una buona brioche profumata è già un buon inizio! Io le adoro e dopo svariati tentativi di “comprendere” l’arte dei lievitati ho deciso di condividere la mia ricetta ideale che ognuno può adeguare al suo gusto, per esempio mettendo qualche grammo di più o di meno di zucchero o di miele, regolando il sale (ho messo un cucchiaino abbondante però se ne può mettere di più o non metterlo affatto in quelle dolci…), se la gradite con più vaniglia omettere la buccia di limone e mettere una bustina intera di vanillina, insomma le varianti sono innumerevoli, l’importante sono l’impasto e la lievitazione. Il procedimento è semplice, basta decidere di mangiarle un giorno per l’altro, tanto lievitano da sole! Potete poi congelarle e averle a disposizione ogni giorno, a casa vostra come al bar!

Ingredienti per 8 brioches grandi o 16 normali: 500g di farina manitoba, 150g di zucchero semolato (+1 cucchiaino di miele, facoltativo) oppure 100g di zucchero semolato ed 1 cucchiaio di miele di acacia, 1-2 cucchiaini di sale fino, 70g di burro, 20g di lievito fresco (panetto), 2 uova, 1 cucchiaio di latte, 150g di acqua tiepida, ½ bustina di vanillina, buccia di un limone grattugiato. Se le riempite: marmellata a scelta oppure crema di cioccolato. Zucchero a velo e/o granella.

Continua la lettura di Dolci per tutte le stagioni…

CIAMBELLE fritte morbide

E’ dall’anno scorso che cerco sul Web la ricetta ideale, non che mi venissero male… ma erano buone solo appena fatte poi diventavano presto gommose invece oggi sono veramente soddisfatta: le ho messe in cartella come merenda per il giorno dopo ed erano ancora morbide! Certo che appena sfornate si sentono tutti gli aromi, sono più fragranti e golose ma basterà tenerle ben chiuse in un sacchetto per alimenti e  scaldarle un pochino al momento giusto per apprezzarne meglio il sapore.

Ingredienti per circa 10 ciambelle di misura media (come quelle del bar): 160g di farina 00, 115g di farina Manitoba, 65g di acqua e 65g di latte (5 cucchiai ca), un pizzico di sale, la buccia di 1/2 arancia e di 1/2 limone, 25g di burro, 1/2 panetto di lievito fresco oppure 1/2 bustina di quello secco (ho usato la bustina di lievito madre da poco in commercio e sono venute molto digeribili), 1 uovo, 1 bustina di vanillina, 2 cucchiai di zucchero + zucchero q.b. per la rifinitura, olio di arachidi per friggere.

Prima di impastare, anche qualche ora prima, preparate in un piccolo recipiente l’acqua indicata assieme alle bucce grattugiate di limone e arancia così gli aromi saranno più persistenti nell’impasto.

Preparate prima il burro che dovrà essere morbido.

Continua la lettura di CIAMBELLE fritte morbide

La fragilità delle donne

scarpeVi ripropongo questo articolo oggi, 26 novembre 2019, perché ieri era la giornata mondiale sulla violenza verso le donne. Non me ne sono dimenticata, è solo che le mie amiche vittime di violenza o comunque questo argomento li ho sempre nel cuore, non c’è data che possa risolvere questo problema di civiltà, è una questione culturale ed educativa in cui si devono impegnare tutti ogni giorno.

Se vuoi raccontarci qualcosa puoi scrivere un commento qui a fondo pagina oppure sul forum dedicato nella sezione “discussioni”.

Ho voluto scrivere questo articolo contro la violenza sulle donne perché siamo noi, prima di tutto, a doverci difendere prendendo coscienza di certi comportamenti errati e dell’esistenza di  una sottocultura che dal Medioevo è arrivata ai giorni nostri. Poi ci sono anche gli uomini malati o ignoranti oltre ogni limite che soffrono di schizofrenia o manie di onnipotenza, che pensano di poter assoggettare una donna solo perché si credono superiori per i loro soldi o peggio ancora per il solo fatto di appartenere ad un altro sesso…

Tutto comincia dall’età dello sviluppo, quando vai a scuola e se solo sei un po’ carina ci sono i soliti bulli che mettono le mani avanti e si fanno vedere per dimostrare di essere già uomini (e che uomini!!); magari le compagne o amiche si girano dall’altra parte soprattutto se i soggetti in questione sono pure carini, anzi dovresti pure ritenerti fortunata di essere la vittima prescelta! Il più delle volte sono anche violenti verso gli altri componenti della classe giusto per far vedere chi comanda e si crea questo alone di omertà che ti fa pensare sia giusto così…images

Certo è impossibile cambiare la società di punto in bianco ma è un passo avanti capire che questi comportamenti vanno eliminati perché nella mente di una ragazzina avranno dei risvolti negativi nelle esperienze future.

Continua la lettura di La fragilità delle donne

Il fast-food di casa mia

file2741251775075In questa pagina: hamburger genuini, crocchette di pollo, patate al rosmarino e paprika.

Quand’ero un pochino più giovane, come spesso accade a chi non ha ancora le idee chiare su ciò che vuole fare dopo la scuola, ho lavorato alcuni anni in un fast-food e, a differenza di ciò che si possa credere, non mi stufavo mai di mangiare panini! Ora che preferisco una cucina più genuina non ho certo rinunciato a certe “maialate culinarie” ogni tanto, solo che gli ingredienti li scelgo io e far finta di cucinare ancora nel fast-food mi diverte un sacco!

HAMBURGER GENUINI

Per panino: 1 hamburger di carne rossa (preferibilmente comprato dal macellaio se non avete in tempo di farli), pane fresco tipo ciabatta, qualche foglia di insalata novella o songino, 2 pomodorini, qualche pezzetto di cipolla bianca o 2 cucchiaini di cipolla in agrodolce,  maionese e salsa barbecue. La sottiletta è facoltativa…

Per HAMBURGER FATTI IN CASA: 300g o più di carne macinata di manzo o mista (va bene anche pollo o tacchino), 1 albume, parmigiano o grana grattugiato(facoltativo o senza esagerare), prezzemolo, un pizzico di sale saporito al rosmarino (non salare tanto, al limite si salano dopo cottura, l’importante è dare sapore con le spezie). Mescolare il composto con un cucchiaio poi con le mani, poi dare la forma con l’apposito attrezzo o con un coccapasta, devono essere alti almeno 2 cm per cuocersi rimanendo morbidi e succosi all’interno.

Continua la lettura di Il fast-food di casa mia

Ricette che scaldano il cuore…e la pancia!

In questo articolo: cisrà – torta cioccolatosa alle pere – pollo alle spezie orientali e peperoni

CISRA’, LA ZUPPA DI CECI PIEMONTESE

Ricetta che avevo pubblicato su AlessandriaMagazine in occasione della Festainstagram di Ognissanti, l’ho preparata per seguire la tradizione ed è stata una rivelazione!!

Ingredienti per 4 persone: 400-450g di ceci secchi lasciati in ammollo 12 ore, 2-3 costolette di maiale, ½ cipolla bianca, 1 porro, ½ carota, ½ costa di sedano, 1 patata media, 1 spicchio d’aglio tagliato fine, un mazzetto fatto con 1 rametto di rosmarino, 2-3foglie di alloro, 2-3 di salvia, sale q.b., olio evo, un pizzico di sale grosso.

Preparate in un piatto le verdure tagliate: il porro e la carota a rondelle, il sedano e la patata a dadini.

In una pentola alta antiaderente soffriggete, due minuti nell’olio, l’aglio e la cipolla tagliati sottili poi aggiungete le verdure e i ceci.

Coprite tutto con acqua tiepida e quando giunge a bollore mettete il mazzetto di aromi e le costine, un pizzico di sale grosso, mescolate e lasciate sobbollire piano piano per 2 ore e mezza o più (dipende da che consistenza preferite per i ceci…).

Al termine della cottura aggiustare di sale (non mettetene troppo all’inizio perché le costine tendono già ad insaporire il brodo) e pepe (facoltativo). Per renderla più cremosa a me piace frullarne un po’ (col frullatore ad immersione si fa in un attimo).

Portare in tavola calda, se volete con l’aggiunta di crostoni di pane (ma è buona anche da sola, considerando che ci sono le costine è veramente un piatto unico!).


TORTA CIOCCOLATOSA ALLE PERE

C’è un modo più goloso per beneficiare delle virtù della frutta di stagione anche quando si tende ad evitarla: io preferisco di gran lunga la fIMG_20151012_182414rutta estiva, tendo a dimenticarmi l’esistenza di mele e pere che fanno tanto bene…ma quando sono nelle torte hanno tutto un altro gusto!!

Dopo la torta di mele vi propongo la mia ricetta per la torta di pere, non la solita con l’impasto al cacao ma con il cioccolato fondente che, sciolto vicino ai pezzi di pera e aromatizzato con la cannella, forma un connubio perfetto!

Continua la lettura di Ricette che scaldano il cuore…e la pancia!

Ricette dolci per Natale e Capodanno

Come avevo già accennato non è male l’idea di preparare dei dolcetti per accontentare un po’ tutti e per fare o aggiungere un pensiero fatto con il cuore… e naturalmente con le proprie mani!

TRONCHETTO DI NATALE

Mi piacciono tanto sia il tronchetto che il tiramisù così ho pensato di usare la stessa farcitura e la bagna al caffè con l’aggiunta della golosa Nutella…il risultato è stato super!

Ingredienti per il rotolo di pan di Spagna: 120g di farina 00, 150g di zucchero, 4 uova medie a temperatura ambiente, 1 cucchiaino di vanillina o di estratto di vaniglia, 1 cucchiaino di lievito per dolci, un pizzico di sale.

Montate i tuorli con lo zucchero e gli albumi a parte con un pizzico di sale, nella prima terrina incorporate la farina e la vaniglia poi gli albumi senza smontarli. Distribuite il tutto sulla leccarda con carta forno e cuocete  a 200° per 8 minuti (statico).

Sfornate e appena è tiepido giratelo  su un altro foglio di carta forno ed arrotolatelo delicatamente. Ora occupatevi della crema.

Ingredienti per la bagna e la farcitura:  una tazza di caffè allungato con un po’ di marsala ed un cucchiaio di zucchero; 200g di panna fresca, 250g di mascarpone, 50g di zucchero a velo, un bacello di vaniglia o un po’ di aroma liquido di vaniglia, 2 cucchiai di marsala.

Montate la panna con lo zucchero a velo ed incorporate il mascarpone, mescolate bene con il marsala e la vaniglia. Aggiungete 250g di Nutella precedentemente ammorbidita con 50g di panna. Srotolate piano il rotolo e bagnatelo con il caffè, distribuite generosamente la crema ed arrotolatelo; chiudetelo con la carta alluminio per lasciarlo un po’ in frigo a compattare mentre preparate la ganache.

Per la ganache utilizzate 250g di cioccolato fondente sciolto ed intiepidito con l’aggiunta di qualche cucchiaiata di mascarpone rimasto da parte.

Rifinite con le classiche ondine fatte con i rebbi della forchetta per simulare un vero tronco.

Se non volete il mascarpone anche nella ganache utilizzate il cioccolato fondente (250g) ammorbidito con la panna che una volta raffreddato sarà però più consistente ma comunque buonissimo!

P.s. Per la lista della spesa, poiché certi ingredienti si ripetono, serviranno in tutto 250g di panna fresca e 500g di mascarpone.

PANETTONI MIGNON AL CUOR DI CIOCCOLATO

IMG-20151220-WA0000

Ingredienti per 5 panettoncini: pirottini per panettoni, 3 uova freschissime a temperatura ambiente (1 ora fuori frigo), 80gr di burro morbido, 250gr di zucchero, 350gr di farina 0, 130ml di latte intero, scorza grattugiata e succo di mezza arancia, scorza grattugiata di 1 limone, 10gr di lievito per torte salate a lievitazione instantanea, cioccolato fondente (3-4 quadrati). Mandorle e granella di zucchero per la guarnizione. Chi vuole può mettere nell’impasto uvetta o canditi (io non li metto perché non mi piacciono!!).

Continua la lettura di Ricette dolci per Natale e Capodanno

Consigli, notizie e pensieri in libertà!