Una ricetta per sant’Egidio

 

Con queste ricette partecipo al contest “Sagra di sant’Egidio” MENU CON LE PERE promosso dal comune di Rubiana in collaborazione con il Folletto Panettiere

POLLO SPEZIATO ARROSTO

CON PERE E PATATE

pollo arrosto

Può sembrare un accostamento insolito abbinare la frutta con la carne ma ribadisco, avendo già provato diverse combinazioni: si ottiene un gusto ricercato e delicato allo stesso tempo, una specie di “agrodolce naturale” che piacerà anche ai palati più tradizionali. Con le pere anche per me è una novità; di solito poi vengono cucinate carni più grasse o ricercate (tipo selvaggina o maiale), è stato quindi un abbinamento che mi ha sorpreso.

Il pollo lo cucino spesso perciò ho pensato ad un piatto che si potesse riproporre in famiglia. Una nota originale nella quotidianità!

Ingredienti:

  • pollo a pezzi (cosce e sovracosce)

  • pere, se possibile Gili, tagliate a cubetti

  • patate gialle

  • sale speziato per carne (io ho usato quello dolce di Cervia) con aglio e rosmarino

  • foglioline di timo fresco, rametti di rosmarino, salvia e timo

  • olio extra-vergine d’oliva

Non ho indicato le quantità perché ognuno si deve regolare in base al numero di commensali e la procedura non cambia; per le pere e le patate basta metterne a volontà tutt’intorno nella pirofila avendo cura di alternarle tra loro.

Procedimento

Lavare ed asciugare il pollo con carta assorbente.

Nel frattempo accendere il forno a 190°.

Con le mani “massaggiate” il pollo con il sale saporito, anche sotto la pelle che andrà rialzata per facilitare la cottura della carne.

polloCospargete di olio la pirofila, sistemate i pezzi di pollo in centro, rigirandoli velocemente e create un contorno misto di patate e pere.

Coprite il tutto con le foglioline di timo mentre sul pollo adagiate anche i rametti di timo, rosmarino e salvia freschi.

Cuocetelo per 60 minuti poi tiratelo fuori dal forno e spostate la funzione del forno su grill ventilato. Mescolate pere e patate e bagnate il pollo con il sughino. Rimettete in forno per altri 10-15 pollominuti, eventualmente scostando la pelle. 

A questo punto la cottura sarà uniforme. 

Ecco qui il vostro pollo arrosto, morbidissimo e dorato, ancora più gustoso con questo contorno speciale e la salsina speziata e fruttata.


 

CHEESECAKE AL CAFFE’ E PERE

torta di pere

con topping alla liquirizia e fave di cacao

Una torta fresca, non solo perché la cheesecake è la tipica torta estiva da frigo…

Le pere, leggermente caramellate con lo zucchero di canna, smorzano il gusto intenso del caffè e della liquirizia dolce, due ingredienti con proprietà e note organolettiche simili; un insieme di sapori fuori dalle righe, tuttavia molto equilibrati fra loro.

Una fettina vi tirerà su il morale (oltre che la pressione) e sarà un’esperienza…tonificante!

Ingredienti per una tortiera da 22cm:

  • 250g di biscotti secchi

  • 150g di burro fuso tiepido

  • 250g di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia)

  • 250g di ricotta sgocciolata dal suo liquido di conservazione

  • 6-7 pere Gili, tagliate a pezzetti

  • 3 cucchiai di zucchero di canna

  • 100g di zucchero semolato

  • 3 uova

  • 1 tazzina di caffè forte (moka da 2ps)

  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia

  • 60g di liquirizia dolce (se non si trova la liquirizia in polvere da zuccherare usate le caramelle, tipo rotelle) sciolta in 40ml di acqua

  • 40-50ml di panna fresca

  • fave di cacao

Procedimento

Mettete in un pentolino il burro a sciogliere, appena è fuso spegnete e lasciate intiepidire.

Mettete le caramelle in un pentolino antiaderente oppure in un vasetto di vetro a bagnomaria, ogni tanto mescolate e quando vedete che si rompono facilmente e sono morbide, tritatele; rimettete nel pentolino aggiungendo poco per volta anche la panna in modo da formare una salsina. Tenete da parte.

In un pentolino mettete le pere con lo zucchero di canna e portate a bollore, devono diventare leggermente brunite e morbide. Se ne usate un po’ per la guarnizione tenete qualche pezzetto da parte.

fetta di tortaCon l’aiuto di un robot da cucina tritate i biscotti e miscelateli col burro fuso lavorandoli come una pasta frolla; se fanno fatica ad amalgamarsi aggiungete un goccio di latte. Versateli nella tortiera (con carta forno alla base) e schiacciateli con il dorso di un cucchiaio a 2 cm formando anche dei bordi alti, cercando di tenerli alla stessa altezza, stendendoli con le mani. 

Distribuite le pere su tutta la base.

Tenete la tortiera in frigo mentre preparate il ripieno.

Sempre con una planetaria lavorate bene il formaggio con la ricotta, aggiungete le uova, uno alla volta, e lo zucchero, l’essenza di vaniglia ed infine il caffè.

Accendete il forno statico a 160° e quando raggiunge la temperatura mettete il ripieno nella tortiera, a filo con il bordo di biscotti.

Cuocete per 55 minuti dopodiché aspettate almeno 5 minuti a sportello aperto, prima di estrarla.

Lasciatela intiepidire poi mettetela in frigo a rassodare senza toglierla dalla tortiera. Per assaporarla dovrete aspettare il giorno dopo perché deve rassodarsi ma potete guarnirla dopo un’ora di frigo: se la liquirizia non è ancora morbida riscaldatela un pochino poi distribuitela sulla superficie; invece di stenderla potete fare anche disegni o cornici a piacimento, usando un sac à poche.

Dopo una notte in frigo o comunque dopo le ore necessarie a rassodare il ripieno potete sformarla; per prima cosa seguite il bordo con un coltello affilato, poi per trasferirla sul piatto da portata aiutatevi con un coltello a lama lunga e una paletta da dolce.

Spolverizzatela con fave di cacao in abbondanza.

 

Mi è poi giunta la piacevole notizia che ho vinto il contest! 

E’ una soddisfazione pensare che la prossima sagra di sant’Egidio inserirà i miei piatti nel menù ufficiale! 

locandina sagra dei gili

 

 

 

 

 

Speriamo solo che questo periodo passi in fretta e che si possa ritornare a momenti conviviali e di socialità…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.