TORTA DI MELE ALLA LAVANDA

La torta di mele alla lavanda è una torta semplicissima casalinga, dal gusto fresco e genuino: la lavanda è un elemento in più che porta una nota speziata ma che non copre il sapore delle mele, l’ingrediente principale.

Torta di mele alla lavanda

torta mele e lavandaLa lavanda sta crescendo rigogliosa sul mio terrazzo quindi perché non approfittarne creando una diversa sfumatura di sapori? Le spezie fanno bene e rendono ogni piatto più originale; a me piace molto la cannella ma a mio marito no, diceva che si sentivano poco le mele… In questo caso le mele la fanno fa padrone e, senza troppe aggiunte, la torta risulta genuina, accattivante ma con meno calorie del solito!

 

Ingredienti per una tortiera da 22cm:

2 uova, 120g di zucchero,  un pizzico di sale, 50g di burro, 130g di farina 00, 3 mele renette o golden, succo e buccia grattugiata di 1 limone, 50ml di latte, 7g di lievito per dolci, 2-3 mazzetti di foglie di lavanda (sono le foglioline più piccole e scure che crescono raggruppate, sono quelle più profumate e si distinguono da quelle lunghe e sottili) e 2 o più fiori di lavanda (danno un gusto più forte per cui non usatene troppi), burro e pane grattugiato q.b. per la teglia.

Procedimento:

Lavate, asciugate e tritate le foglie e i fiori di lavanda tenendo da parte qualche foglia tritata da unire alle mele; metteteli poi nel latte e fate sobbollire. Lasciate da parte in infusione.

Lavate ed asciugate un limone non trattato, mettete da parte la scorza (zeste) evitando di grattare la parte bianca che è amara.

Preparate le mele: tagliatele a fettine sottili in un recipiente, irroratele con il limone (filtrato per evitare di metterci anche i semi!) e mescolatele, spolverizzandole con qualche foglia di lavanda tritata in precedenza.

Montate le uova con lo zucchero ed il pizzico di sale, incorporate un po’ di farina dal totale e il lievito, poi il burro fuso tiepido o comunque raffreddato. Completate con il resto della farina e il latte filtrato con l’aiuto di un colino.

Quando avrete un impasto omogeneo inseritevi le fettine di mele.

Se non utilizzate la carta forno imburrate tutto lo stampo altrimenti solo i bordi; al posto di infarinarli utilizzate il pane grattugiato che renderà il risultato finale più rustico!

Versate il composto nella tortiera avendo cura di schiacciare le mele con il dorso di un cucchiaio e di distribuirlo bene senza creare vuoti.impasto in tortiera

Distribuite sulla superficie il limone tritato.

Infornate a media altezza, a forno ventilato, 180°, per 1 ora.

Se col vostro forno vedete che si brucia troppo la superficie durante gli ultimi minuti di cottura, potete abbassare di poco la temperatura e fare la “prova stecchino” inserendo uno stuzzicadenti: se esce pulito senza bricioline la torta è pronta.

Tenete conto che, almeno inizialmente, è molto umida per cui si dovrà raffreddare a temperatura ambiente; finché non è completamente raffreddata evitare di coprirla. Poi si conserverà tranquillamente fuori frigo anche per qualche giorno.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Aggiungi una immagine

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.