Tra le pagine di un libro

Un altro libro che ho letto l’anno scorso ma che consiglierei vivamente è “Open” di Andre Agassi: non è affatto la solita autobiografia ma è una profonda retrospettiva di ciò che il bambino e ragazzino Andre ha dovuto subire dal padre per diventare un grande campione; se l’impegno e la volontà ripagano i sacrifici certo è che sarebbe meglio non forzare oltre ogni limite i bambini a fare uno sport o altro contro la loro volontà solo per vederli raggiungere dei traguardi che vorremmo fossero stati nostri.  Andre avrebbe preferito l’amore di una famiglia piuttosto della solitudine a cui l’ha portato il  ruolo che gli è stato imposto. Ci sono parti del libro che mi hanno commosso fino alle lacrime e che mi hanno lasciato un segno, soprattutto si capisce quali sono le priorità della vita… Per lo stile con cui è scritto si legge praticamente da solo!open Al protagonista ci si affeziona presto e soprattutto si apprezza come persona: è molto attivo nella beneficenza e ha messo a frutto la sua vita e le sue risorse proprio per aiutare i bambini. E’ stata tolta la concessione sul video dell’intervista con Fabio Fazio, un vero peccato che non si riesca a vedere! Non resta che leggere il libro!