Ricette per la dieta

Altre ricettine dietetiche le potete trovare anche nel precedente articolo “Ricette semplici e veloci” ma ora cercherò di raggrupparle un po’ alla volta:

HAMBURGER DI SALMONE IMG_20160111_114618

Questa me la sono inventata oggi perché adoro il pesce ma anche cambiare menu ogni giorno; da tempo cercavo una ricetta con il salmone che è tra i pochi pesci che non amo particolarmente, eccetto quello affumicato che, come si sa, ha dei prezzi esorbitanti e si trova buono quasi solo nel periodo delle Feste. E’ un peccato mangiarlo solo in certi periodi visto il suo contenuto di Omega 3, una manna per la salute in generale!  Allora, ho pensato, perché non cercare di renderlo appetibile trasformandolo in un hamburger saporito? Come sapete mi piace molto l’hamburger di carne ma questo nuovo gusto vi stupirà…

 Ingredienti per 4 hamburger di dimensione standard: 140gr di salmone al naturale in trancio (1 scatoletta), 1 uovo, una manciata di erba cipollina, 1 pizzico di sale aromatizzato (tipo quello per la carne, al rosmarino, aglio, erbe miste), 1/2 scalogno spezzettato, 1 cucchiaio di salsa cocktail (o in mancanza di questa la maionese), 3-4 cucchiai di pangrattato più altro pane per impanare, olio d’oliva q.b. e se gradito.

Si può fare anche mescolando a mano ma con il robot da cucina farete in un battibaleno: mettete tutti gli ingredienti dentro e mescolate per un po’ finché non è tutto ben amalgamato, magari tenendo alla fine il pane grattugiato così ci si regola con la densità che si preferisce ottenere. Vengono comunque morbidi per cui si lavora giusto pochi secondi l’impasto con le mani e su un piatto con il pangrattato si schiaccia appena un po’. Io ho usato un bicchierone tondo per dare la forma ma anche a mano si riesce, risulteranno solo più rustici! Una volta rigirati delicatamente nel pangrattato li adagio su una padella antiaderente calda, 2-3 minuti da un lato e dall’altro e sono pronti. Potete aggiungere giusto poche gocce d’olio in cottura per evitare che diventino troppo secchi, mi raccomando poco eh? sennò la dieta va a farsi friggere…appunto!

Se li mangiate col panino abbiate cura di scaldare su padella antiaderente per qualche minuto anche l’interno del pane, in questo caso però direi che ci si potrà accontentare di un hamburger solo visto che c’è chi non resiste ad aggiungere un po’ di maionese… altrimenti basterà un semplice contorno di insalatina e pomodori condita con poco olio e aceto balsamico (che si abbina bene al gusto del salmone).


 MELANZANE GRIGLIATE

melanzaneLa melanzana è il mio ortaggio preferito; può sembrare pesante perché siamo abituati a mangiarle fritte ma fatte così sono decisamente più leggere pur restando saporite. Assieme ad un secondo, una bistecca ai ferri, un po’ di prosciutto oppure una mozzarella o una porzione di formaggio tipo robiola o crescenza, formeranno un piatto unico bilanciato.

Per due ho usato una sola melanzana di quelle tonde, l’ho tagliata a fettine e l’ho messa a spurgare col sale, nello scolapiatti, per più di mezz’ora. Usando la leccarda del forno, dopo averlo scaldato a 200°, mettete le vostre fette su un foglio di carta da forno, ungetele appena d’olio da entrambe le parti usando un pennello da cucina. Se vi piace metteteci un po’ di prezzemolo tritato. Bastano 15 minuti da una parte e 15 dall’altra con funzione grill (ripiano alto del forno).

Quando sono cotte adagiatele in una pirofila condendole man mano con un filo d’olio: io ho usato l’olio d’oliva in cui avevo messo un pezzetto d’aglio per 10 minuti, gli dà quel tocco in più senza devastarvi l’alito…però questione di gusti. Io l’aglio lo adoro e prima di questo sistema ne mettevo addirittura dei piccolissimi pezzettini tra gli strati di melanzane!

Decidete voi a seconda se avete un incontro galante o no! Certo che se lo mangiate tutt’e due dicono sia afrodisiaco…. Su questo punto non vi posso assicurare, certo è che l’aglio ammazza i batteri cattivi ed assieme alla cipolla ci evita influenze e raffreddori!


 Con le prossime due ricette partecipo al contest “Dieta Mediterranea, sì grazie” indetta dall’ospedale Federico II per dare il mio contributo ad una dieta che ritengo sana e consapevole!

SFORMATO DI MELANZANE, POMODORI E BASILICO

IMG_20160611_125115Voglia di estate e di piatti ricchi di verdure e di colore! Per chi è a dieta lo vedrei piuttosto come un piatto unico anche se potrebbe fare da antipasto o  contorno per una cena in compagnia… Se volete fare una porzione per due persone utilizzate la metà degli ingredienti altrimenti sarà meglio utilizzare uno stampo per torte a cerchio apribile per poterlo impiattare agevolmente.

Ingredienti per 4-6 persone: 400g di melanzane, 250g di pomodori maturi, 1 cipolla di Tropea, 4 uova, 2 cucchiai di olio extra-vergine d’oliva, 1 cucchiaio di origano, 1 rametto di basilico, sale fino e grosso iodato, pepe a piacere.

Affettate sottilmente le melanzane e mettetele a spurgare in uno scolapasta cospargendole di sale grosso per almeno mezz’ora. Intanto pulite bene i pomodori, privandoli dei semi, tagliateli a dadini e metteteli in un padellino con la cipolla anch’essa tagliata a fettine sottili e l’olio; fate ammorbidire le verdure per circa 10 minuti.
Sciacquate ed asciugate bene le melanzane. Mettetele sulla leccarda rivestita di carta forno, spennellatele di olio da entrambi i lati e grigliatele per una decina di minuti per lato (usate la funzione grill del forno).
In una ciotolina sbattete le uova con un pizzico di sale ed aggiungete le foglie di basilico intere, lavate ed asciugate.

Ungete appena lo stampo ed alternate uno strato di melanzane ad uno di pomodori e cipolle insaporendo il tutto ad ogni strato con pepe e origano; versate omogeneamente il composto di uova e basilico ed aspettate qualche istante perché penetri tra le verdure.
Cuocete in forno già caldo a 180° per 20 minuti.
Togliete delicatamente dallo stampo ed adagiate il vostro sformato su un piatto da portata, servite subito.


MERLUZZO IN BIANCO

merluzzoQuesto pesce l’ho sempre snobbato e pensare che venendo dal Veneto lo si trova dappertutto, soprattutto il baccalà… eppure qui in Piemonte ho cominciato ad apprezzare il merluzzo ammollato tant’è che ogni settimana sulla nostra tavola non può mancare e poi è semplicissimo da fare (se poi si considera che l’odore rispetto al baccalà è molto meno forte…)

Ingredienti: merluzzo ammollato, un cucchiaino di sale fino, 1-2 patate, limone e prezzemolo fresco, olive nere q.b.

Per 2 persone: pulite sotto l’acqua corrente un pezzo di merluzzo ammollato, fatevi dare un pezzo carnoso ma senza spine (mi ringrazierete); mettetelo in una pirofila larga, ricopritelo di acqua fredda con un pizzico di sale fino e quando l’acqua bolle fatelo cuocere 30-35 minuti a fuoco basso. Se ci mettete anche le patate pelatele,  tagliatele a pezzettini e dopo 5 minuti dal bollore aggiungetele nella pentola.

La pelle verrà via da sola e le eventuali spine sono facili da togliere.merluzzo con olive e patate

Potete condire con le patate aggiungendo anche un po’ di olive nere (uso quelle liguri), un po’ di olio extra-vergine d’oliva, limone e prezzemolo. Lo si mangia freddo o tiepido, anzi il giorno dopo è ancora più buono.


instagramPOLPETTONE DI TONNO E RICOTTA
Il tonno piace veramente a tutti e in ogni stagione; è da un po’ che invento polpette o polpettoni a base di tonno ma questa volta mi è venuto così morbido e saporito che me lo stavo mangiando già per merenda…

Utilizzando la cottura al forno e la carta da forno senza aggiunta di condimenti avrete un secondo o piatto unico senza aggiunta di grassi.

Ingredienti: 150-160g di tonno in tranci ben sgocciolato, 2 uova, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, spezie fresche miste (basilico, timo, maggiorana), 4-5 pomodorini, 250g di ricotta vaccina, 4 cucchiai di pane grattugiato.

In una terrina spezzettate bene il tonno ben sgocciolato utilizzando una forchetta.
Aggiungete le uova, il parmigiano, la ricotta e le spezie: il basilico a piccoli pezzetti e le foglioline di timo e maggiorana. Spurgate i pomodorini ed amalgamateli a pezzetti piccoli mescolando delicatamente.

Bagnate e strizzate un foglio di carta forno, versate il composto dando la forma di un polpettone ed arrotolate chiudendo i bordi. Appoggiatelo sulla leccarda rivestita anch’essa di carta forno.
Scaldate il forno a 170° e cuocete, a mezza altezza e col forno statico, per 40 minuti.

Una volta estratto dal forno aspettate che si intiepidisca per togliere la carta forno, per rifinirlo meglio potete tagliare di netto i bordi e guarnire con le spezie fresche. Se non lo portate subito in tavola lasciatelo sulla leccarda per riscaldarlo poi 5 minuti a 180°.
Da servire tiepido o caldo.


FALSO FRITTO DI PESCE

Sto scrivendo questa ricetta nel periodo di Carnevale in cui il fritto mi esce dagli occhi; se posso cerco di fare tutto al forno ed in questo caso il tentativo è stato ripagato dal fatto che si ha un piatto salutare e ugualmente croccante tant’è che il mio bimbo preferisce che lo faccia io col pesce fresco questo fritto….anzi falso fritto, ma questo è un segreto!

Prendete il pesce che preferite: ciuffetti, anelli di totano, gamberi. Lavateli ed asciugateli bene con della carta assorbente da cucina, mettete il tutto sulla carta da forno appoggiata sulla leccarda e mentre il forno si scalda a 200° funzione grill passate un velo d’olio, mescolate con le mani in modo che si unga appena tutto il pesce. Spargete il pane grattugiato e mescolate bene, se necessario rifare l’operazione in modo che si attacchi bene.

Infornare per 10-15 minuti poi rigirarlo un po’ ed infornare di nuovo finché non si forma la crosticina. Servire caldo con sale e limone.


CAVOLI IN SANCRAU

20160225_153858I cavoli cotti in questo modo li ho assaggiati per la prima volta da mia suocera, essendo un piatto caratteristico piemontese; sono gustosi, soprattutto in accompagnamento ai salamini di manzo, assomigliano molto alla “broada” friulana che mangiavo da mia nonna!

Ingredienti: 1 cavolo-verza (è bianco-verde a foglia liscia), olio q.b, 2-3 acciughe, peperoncino (se gradito), 1 spicchio d’aglio privato dell’anima centrale, sale grosso e fine, 2 cucchiai di aceto di vino rosso, 2 cucchiai di concentrato di pomodoro, ½ litro di brodo di carne (1 dado).

Spezzettate il cavolo togliendo le parti più dure e le nervature, lavatelo utilizzando un lava-insalata e senza asciugarlo mettetelo a cuocere in una pentola alta e capiente con una presa di sale grosso, finché non si ammorbidisce e si riduce di volume.20160225_174815
In una padella antiaderente fate soffriggere appena l’aglio e le acciughe, aggiungete, se lo gradite, un pizzico di peperoncino ed i cavoli; coprite con il brodo caldo e mescolate con 1-2 cucchiai di concentrato di pomodoro. Continuate la cottura per 35-40 minuti. Controllate se vanno bene di sale. Devono essere morbidissimi e umidi, l’acqua deve evaporare quasi del tutto per lasciare il posto ad un sughino gustoso in cui potete far insaporire salamini, salsicce o cotechino….


VELLUTATA DI PORRI, ZUCCA E PATATE

img_20170110_171239_897Per la dieta invernale va benissimo, è sempre un piacere consumare qualcosa di caldo e contemporaneamente fare il pieno di vitamine contro raffreddore ed influenza! Buonissima e con poche calorie!

Ingredienti: un bel pezzo di zucca a piacere (per esempio la varietà Delica o Butternut), 3 patate medie, 2-3 porri, 1 l di brodo vegetale, curcuma tritata. Se non siete a dieta potete aggiungere un po’ di panna liquida al momento di frullare….

Preparate il brodo vegetale in un padellino. Mettete le verdure pelate, lavate e tagliuzzate in una pentola alta con un giro di olio extra-vergine d’oliva, coprite con il brodo e lasciate sobbollire per 40 minuti.  Con il frullatore ad immersione formate una crema e spolverizzate con la curcuma prima di servire.


2 pensieri su “Ricette per la dieta”

    1. Ciao Jeanine! E’ sempre un piacere sapere che mi segui anche se ultimamente non ci siamo più viste, spero di vederti presto in giro! Grazie per i complimenti, sempre gentilissima!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Aggiungi una immagine