Salute!

fruttaL’autunno è una stagione di passaggio che prevede degli sbalzi a cui il nostro organismo non è ancora abituato a gestire ed ecco che arrivano i primi malanni: mal di gola e raffreddore soprattutto per non parlare di peggio…

La natura è un alleato prezioso per prevenire almeno in parte i primi malesseri e rafforzare le nostre difese. Naturalmente se si parla di febbre o malattia in fase più avanzata sono assolutamente a favore dei medicinali, quando occorre si usano senza troppe remore, meno male che ci sono! Possiamo però cercare di essere più preparati all’arrivo dell’inverno considerando che “siamo quello che mangiamo”: se si può fare poco sull’aria inquinata che respiriamo, almeno quello che introduciamo lo decidiamo noi!

Dobbiamo solo nutrirci con frutta e verdura di stagione (tanta verdura, soprattutto se bevete poco come me!), in questo modo faremo un pieno di energia e vitamine: per esempio, tra gli ortaggi più utili in questa stagione troviamo la zucca e la cipolla.

Lo sapevate che la zucca è utile per combattere disturbi gastrici? Oltre ad essere un antinfiammatorio naturale è ricca di vitamina C (contiene carotenoidi, come ovviamente anche le carote!).

2013_11_11_7382-1morgue

Se volete gustarla facendo un ottimo risotto alla zucca dovete prima lasciare ammorbidire il pezzo di zucca nel forno per una buona mezz’ora finché con la forchetta non sentite che è morbido dopodiché sarà facile tagliarlo a pezzi più piccoli che metterete in una pentola in cui avete fatto soffriggere un po’ di cipolla tritata. Aggiungete anche un po’ di rosmarino per dare un gusto più deciso e quando si sarà formata una crema mettete anche il riso; dopo 5 minuti potete iniziare ad aggiungere il brodo sempre mescolando (ci vuole una mezz’ora di cottura). Alla fine, quando il brodo si è asciugato ma non del tutto si spegne il fuoco e si aggiunge un po’ di burro per mantecare ed il parmigiano.

Un altro modo per cucinare la zucca e molto meno calorico è quello di tagliarla a pezzettini (farla ammorbidire come nel procedimento descritto prima) e farla arrostire in forno per 20-30 minuti dopo averla mescolata con un cucchiaio d’olio e del sale saporito oppure sale e rosmarino. Basta mettere i pezzetti su un foglio di carta da forno così utilizzerete poco olio e sarà come mangiare patatine fritte! (la zucca ha però meno calorie rispetto alle patate).

La cipolla, oltre alla vitamina C, ha praticamente tutti gli elementi necessari per contrastare raffreddore,  glicemia e poi, che non guasta affatto, abbassa l’insulina ed accelera il metabolismo (si dimagrisce più in fretta). E’ praticamente un antibatterico ed antibiotico naturale! Contiene un sacco di sali minerali, è diuretica e disintossicante.

La uso spessissimo per cucinare ma la mia ricettina preferita è la cipolla in agrodolce: con 4-5 cipolle di Tropea  potete farvi 2-3 vasetti da tenere in frigo oppure mettendoli in freezer si conserveranno per usi futuri. La uso per insaporire insalate di verdure o cereali, con i legumi oppure se volete farvi un hamburger evitando di utilizzare chili di salse ci mettete cipolla, un pezzetto di pomodoro e/o qualche foglia di insalata così il vostro panino sarà buonissimo e da gustare senza troppi sensi di colpa.

Per tagliare a pezzettini le cipolle di Tropea (quelle rosse) vi consiglio di utilizzare dei guantini monouso, li uso anche per il pesce ma per questo tipo di cipolla vi serviranno per non ritrovarvi le mani verniciate di rosso…. Si mettono questi pezzetti a soffriggere venti minuti con un po’ d’olio extra-vergine d’oliva, sale a piacere, vino bianco e 1-2 chiodi di garofano (che potrete togliere alla fine se li ritrovate!). Quando si sono rosolate cospargetele con 2-3 cucchiai di zucchero di canna e un po’ di aceto balsamico, coprite col coperchio e portate a cottura: devono essere morbide ma non sciolte! A questo punto potete metterle nei vasetti (si consiglia un goccio d’olio prima della chiusura). Prima controllatene il gusto, se lo volete più deciso aggiungete un altro pochino di aceto. Da consumare entro 3-4 giorni sennò metterle in freezer.

 

Altri alimenti da mangiare volentieri in questa stagione sono i cereali ed i legumi:

i cereali integrali hanno meno calorie rispetto ad altri carboidrati raffinati e nello stesso tempo danno più senso di sazietà, inoltre essendo ricchi di fibre regolano l’attività intestinale (ho letto che contrastano anche i tumori a colon ed intestino), abbassano colesterolo e glicemia nel sangue. Stesso discorso per i legumi che possono sostituire la carne per il loro contenuto proteico ma che sono anche i vegetali che contengono più calcio in assoluto. La soia poi ha i fitoestrogeni, utili soprattutto per le donne in menopausa.

Meglio allora qualche gonfiore passeggero (che non diventa ciccia!)  invece di rinunciare alle molteplici virtù di questi cibi!

A questo punto buon appetito!

Naturalmente con le ricette non finisce qui, ogni tanto ne proporrò una; se ne avete anche voi fatevi avanti!

Le virtù delle spezie

 Ogni spezia ha le sue virtù ma in questa stagione ce ne sono due in particolare che sono particolarmente preziose: il curry e lo zafferano.

Entrambi sono dei potenti antiossidanti, antibatterici, antinfiammatori e insomma, in poche parole, incrementano le resistenze immunitarie e combattono i tumori. Sono utili anche per il sistema digestivo e per quello cardiovascolare.

E’ utile quindi utilizzare maggiormente le spezie per sostituire o limitare l’uso del sale!

6 pensieri su “Salute!”

  1. Ciao Raf…
    sono contenta della tua nuova avventura di “blogger”…..
    Ho già sparso notizia tra le mia amiche ed alcune hanno già appuntato qualche tua ricetta……
    Piacuta tanto la ricetta delle cipolle di Tropea!!!!
    Continua così sarà un successo……

    Monica

  2. Grazie Monica! Le cipolle le ho cucinate proprio ieri! Con delle amiche come voi è un piacere cercare di migliorare!

  3. Le cipolle di tropea sono fantastiche, ottime con tutti i tipi di carne, anche con le polpette.

    1. Grazie Anna Maria! Pensa che ormai io ho sviluppato una sorta di dipendenza da queste cipolle, meno male che non si tratta dell’aglio sennò mio marito…comunque anche dal punto di vista dell’alito non sono così pesanti, basta una mentina per neutralizzare gli effetti collaterali!

  4. Molto utili i tuoi consigli/suggerimenti.
    Ci sono siti che scrivono cose scontate e non praticabili, grazie per chiacchierare con noi in modo amichevole.

I commenti sono chiusi.