La Rocca di Angera e di Arona

 

Ho scritto questo articolo per partecipare al progetto Heritage dell’Associazione Italiana Food Blogger perché è più bello considerare il cibo inserito nel territorio, solo così si completa il quadro della nostra bella Italia.

Rocca di Angera

rocca angeraOgni volta che passeggio sul lungolago mi viene l’istinto di scattare una foto a questa magnifica fortezza che si staglia sulla riva opposta. A seconda della luce, dell’ora, del colore del cielo e del lago ritrovo un’emozione differente.

Arona è la prima cittadina turistica piemontese sulle rive del Lago Maggiore per chi arriva dalla Lombardia e anche dal Piemonte e non c’è da stupirsi quindi che fin dai primi mesi caldi sia presa d’assalto durante il fine settimana; è meno famosa di Stresa con le sue Isole Borromee, solo ad un quarto d’ora da qui e forse è proprio per questo che rappresenta una scelta alternativa.

Continua la lettura di La Rocca di Angera e di Arona

Giovedì gnocchi!

 

Non capisco perché si dica così…forse solo per l’assonanza comunque io li mangiavo sempre di domenica quando, da piccola, andavo a trovare mia nonna che li faceva, al momento, giganteschi (me li ricordo così non solo a causa della mia bocca che era più piccola!): il sapore di patate, la loro consistenza ed il sugo saporito che li avvolgeva è rimasto impresso nella mia mente tanto che ora sono felicissima di aver trovato la giusta corrispondenza degli ingredienti per farli apprezzare anche da mio figlio (ridimensionandone un pochino la grandezza…)

GNOCCHI DI PATATE

 

 

 

 

Ingredienti per 4-6 persone: una confezione di patate di montagna da 1 kg abbondante (ho trovato quelle della Sila gialle da 1,3kg che vanno benissimo, con le gialle mi trovo meglio che con le bianche, la cosa importante è che siano patate di vecchio raccolto, a volte indicano sulla confezione per quale preparazione vanno meglio), 1 uovo intero (per farli più consistenti 1 uovo e 1 tuorlo; a me piacciono con uno solo…), 300g di farina 00 più altra per infarinare il piano di lavoro e per impastare, 20g di sale fino.

Continua la lettura di Giovedì gnocchi!

Dolci al cioccolato

SALAME AL CIOCCOLATO E CACAO

Questo è il dolce che mio figlio ordina sempre al pub; lo fanno spessosalame al cioccolato in autunno-inverno e questa volta è capitato che non lo avessero preparato…no problem, ci penso io! Devo dire che è anche molto comodo da portare a scuola, ovviamente se è per bimbi più piccoli andateci piano con il liquore!

Nel web non ho trovato quello che volevo e così l’ho creato io anche basandomi sulla ricetta originale piemontese che utilizza solo il cacao e una quantità esagerata di burro, invece ultimamente si preferisce una versione più “fondente e cioccolatosa” col solo cioccolato; il liquore solitamente è il rum ma ho preferito mettere il brandy che richiama l’arancia, infatti per chi non ama il liquore la soluzione è appunto il succo d’arancia; se amate il caffè potete optare anche per questo aroma, purtroppo qui in famiglia non amano troppi stravolgimenti alla tradizione per cui provate questo salame al cioccolato e cacao, tra il classico e il moderno, dal gusto deciso ma con pochissimo burro, vedrete che andrà a ruba! Una vera soddisfazione sentirsi dire “questo salame è troppo buono!!” (e normalmente mio figlio è avaro di complimenti, sarà l’età dello sviluppo?!).
Ingredienti:   30g di burro, 2 uova intere, 200g di biscotti secchi, 200g di cioccolato fondente (al 50-52%) o misto (fondente e al latte), 1 cucchiaio colmo di cacao amaro, 125g di zucchero semolato, 1 cucchiaino di essenza di vaniglia oppure 1 bustina di vanillina, 10-20ml di brandy (oppure succo filtrato di arancia).

Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente, quando è quasi sciolto del tutto aggiungetevi il burro e mescolate.

A parte montate le uova con lo zucchero. Aspettate che il cioccolato si intiepidisca per aggiungerle direttamente nel pentolino, un po’ alla volta. Mescolate bene tenendo il pentolino sul fuoco per circa 2 minuti tanto per non utilizzare le uova “a crudo”.

Lasciate intiepidire di nuovo e poi aggiungete cacao e vaniglia.

In una ciotola sbriciolate grossolanamente i biscotti, prima con  le mani e poi aiutandovi con un batticarne: devono rimanere dei pezzi più grossi per dare l’effetto di un salame vero!

Rovesciate nella ciotola anche il cioccolato, mescolate e aggiungete il liquore o quello che avete scelto come aroma.

Sistemate il composto su un foglio di carta forno dandogli la forma allungata e cilindrica di un salame, chiudetelo a caramella e appoggiatelo su un piatto o vassoio che andrà messo in frigo per almeno 2 ore. Quando si sarà rassodato procedete con la rifinitura, facendolo rotolare nello zucchero a velo.

Ora sì che assomiglia ad un salame vero! 

Continua la lettura di Dolci al cioccolato

Torta di nocciole piemontese

La torta di nocciole racchiude il sapore di una delle prelibatezze della regione in cui vivo, la nocciola tonda delle Langhe.

Nella sua semplicità rustica vi darà la carica sia che la gustiate a colazione che a merenda, magari accompagnata dalla vostra salsina preferita (qui si usa lo zabaione ma io preferisco il cioccolato!) e accompagnata da un bel caffè o cappuccino.

Torta di nocciole piemontese

C’è chi la preferisce addirittura senza farina o burro ma a me piace morbida e con qualche aroma in più, senza stravolgere la tradizione.

Ingredienti per una tortiera da 20 cm di diametro:

130g di nocciole piemontesi tostate, 3 uova,  un pizzico di sale, 130g di farina 00, 80g di burro fuso, 130g di zucchero semolato, 1 cucchiaio di miele di acacia, 2 cucchiai di rum, 1 cucchiaio di cacao amaro più altro da utilizzare per foderare la cerniera della teglia (se non volete il “cerchio” al cacao imburrate e infarinate come di consueto), 1/2 bustina di lievito vanigliato, la buccia grattugiata di un limone biologico. Di guarnizione: 20g di nocciole tritate grossolanamente, codette di cioccolato (facoltativo).

Mentre si scioglie il burro in un pentolino, montate a parte tuorli e albumi: i tuorli con lo zucchero mentre gli albumi col pizzico di sale.

Ai tuorli aggiungete la farina setacciata, il cacao, gli aromi, il lievito, il burro intiepidito, le nocciole tritate non troppo finemente; in ultimo amalgamate gli albumi montati a neve fermissima mescolandoli dal basso verso l’alto.

Foderate una tortiera a cerchio apribile con carta forno e nei bordi ungete col burro e spolverizzate o farina o cacao.

Livellate il composto e, se volete, distribuite sulla superficie le rimanenti nocciole e le codette di cioccolato.

Infornate a forno caldo statico, a metà, a 180° per 40 minuti avendo cura di coprire la torta con un foglio di carta alluminio negli ultimi 10 minuti di cottura poiché tenderebbe a scurire troppo.