Tutti gli articoli di Raf

L'autrice di questo blog è nata a Roma ma ha vissuto 30 anni a Padova. Ora vive ad Alessandria, in Piemonte; sposata da 15 anni, ha un figlio. A Padova ha frequentato la facoltà di Psicologia (tra i vari interessi...) e ha lavorato in svariati campi, nel commercio e soprattutto in ambito medico come segretaria o impiegata (dove l'interesse verso gli altri e la passione per il computer si sono rafforzati!). Molti sono stati anche i corsi di informatica ma ora il chiodo fisso è il web...c'è sempre qualcosa da imparare!

Biscottini!

BISCOTTI DI FROLLA CLASSICA

In questa domenica uggiosa dovevo per forza “produrre” qualcosa in cucina…così ho pensato di provare a fare i classici biscottini di frolla di cui il mio bimbo va matto ma che non disdegniamo nemmeno noi adulti, magari per accompagnare un the caldo. Questa volta sono venuti profumati e fragranti e non sbruciacchiati nei bordi…  Basta trovare la tecnica di cottura giusta!

Ingredienti (per una trentina di biscotti): 250gr di farina 00 + 30gr di maizena, 100gr di zucchero, 1 uovo medio, 125gr di burro freddo tagliato a cubetti, 1 bustina di vanillina, un po’ di scorza di limone o arancia grattugiata.

Mettete in un grilletto capiente gli ingredienti secchi poi aggiungete l’uovo, lavoratelo un pochino con una forchetta e poi impastate bene con le mani finché non si forma un bel panetto liscio e compatto. Tenetelo mezz’ora in frigo avvolto nella pellicola trasparente così sarà sodo al punto giusto per essere lavorato: su un foglio di carta da forno prendete un pezzettino per volta, schiacciatelo col mattarello tenendo uno spessore di almeno 1 cm e mezzo (troppo sottili diventerebbero secchi). Tirate fuori la gratella dal forno, bagnate un altro pezzo di carta da forno e strizzatelo, mettetelo sulla gratella e sopra di essa adagiate il pezzo di carta da forno con i biscotti: una volta che avrete raggiunto i 180° potete infornarli per 12-15 minuti, se vedete che prendono troppo colore negli ultimi 5 minuti tenete il forno leggermente aperto. Vedrete che in questo modo non si bruceranno né sotto né nei bordi ma resteranno piuttosto morbidi.

Si possono dare le forme desiderate, a mano o utilizzando le apposite formine; quelli semplici possono essere spennellati con pochissimo latte sul quale metterete un po’ di zucchero granella a piacere prima di infornare oppure potete semplicemente spolverizzare lo zucchero a velo una volta raffreddati. Per i più golosi si può intingere una metà nel cioccolato fondente fuso oppure fare i biscotti del tipo “occhio di bue” facendo un dischetto (usando un bicchierino), mettendoci la marmellata preferita in centro o la nutella e premendo sul bordo superiore un cordoncino di impasto.

Continua la lettura di Biscottini!

Ricette per l’inverno

In questa pagina:  SPEZZATINO CON I PISELLI – FILETTI DI SGOMBRO DELICATI – SARDE QUASI A BECCAFICO  –  VITEL TONNE’ FACILISSIMO

Con questo tempaccio si comincia ad aver voglia di pietanze più sostanziose e così, con la scusa di un pranzo con ospiti che non vedevo da tantissimo tempo, ho voluto andare sul sicuro cimentandomi in un piatto classico che piace a tutti,  lo SPEZZATINO CON I PISELLI,  pensando di trovarne mille versioni in Internet o nei libri di cucina invece ho trovato ricette originali e particolari ma niente di semplice, così, prendendo un po’ di qua e un po’ di là, me lo sono creato io.  Non conoscendo bene i gusti dei miei ospiti stavolta non mi sono arrischiata ma quando la base viene bene si può poi cambiare: al posto dei piselli ci potete mettere le patate e i funghi, la zucca, i ceci…oppure semplicemente accostarci un contorno di verdura, purè o polenta; ci penserà il sughetto dello spezzatino ad insaporire il vostro contorno!spezzatino

Ingredienti per 4 persone: 1 kg di carne di manzo oppure maiale tagliata a pezzettini (va a gusti, basta che sia carne buona), 1 bicchiere di vino bianco, sale saporito (salvia, rosmarino, timo ecc), 2 spicchi d’aglio, farina q.b., 1-2 mestoli di brodo vegetale, 1 scatola di pelati, 450gr di piselli surgelati.

Continua la lettura di Ricette per l’inverno

Dolci per tutte le stagioni…

IMG_20160420_090356Ci sono dolci, come le brioche, che vanno bene in qualsiasi stagione e  che scandiscono le nostre giornate: svegliarsi con una buona brioche profumata è già un buon inizio! Io le adoro e dopo svariati tentativi di “comprendere” l’arte dei lievitati ho deciso di condividere la mia ricetta ideale che ognuno può adeguare al suo gusto, per esempio mettendo qualche grammo di più o di meno di zucchero o di miele, regolando il sale (ho messo un cucchiaino abbondante però se ne può mettere di più o non metterlo affatto in quelle dolci…), se la gradite con più vaniglia omettere la buccia di limone e mettere una bustina intera di vanillina, insomma le varianti sono innumerevoli, l’importante sono l’impasto e la lievitazione. Il procedimento è semplice, basta decidere di mangiarle un giorno per l’altro, tanto lievitano da sole! Potete poi congelarle e averle a disposizione ogni giorno, a casa vostra come al bar!

Ingredienti per 8 brioches grandi o 16 normali: 500g di farina manitoba, 150g di zucchero semolato (+1 cucchiaino di miele, facoltativo) oppure 100g di zucchero semolato ed 1 cucchiaio di miele di acacia, 1-2 cucchiaini di sale fino, 70g di burro, 20g di lievito fresco (panetto), 2 uova, 1 cucchiaio di latte, 150g di acqua tiepida, ½ bustina di vanillina, buccia di un limone grattugiato. Se le riempite: marmellata a scelta oppure crema di cioccolato. Zucchero a velo e/o granella.

Continua la lettura di Dolci per tutte le stagioni…

CIAMBELLE fritte morbide

E’ dall’anno scorso che cerco sul Web la ricetta ideale, non che mi venissero male… ma erano buone solo appena fatte poi diventavano presto gommose invece oggi sono veramente soddisfatta: le ho messe in cartella come merenda per il giorno dopo ed erano ancora morbide! Certo che appena sfornate si sentono tutti gli aromi, sono più fragranti e golose ma basterà tenerle ben chiuse in un sacchetto per alimenti e  scaldarle un pochino al momento giusto per apprezzarne meglio il sapore.

Ingredienti per circa 10 ciambelle di misura media (come quelle del bar): 160g di farina 00, 115g di farina Manitoba, 65g di acqua e 65g di latte (5 cucchiai ca), un pizzico di sale, la buccia di 1/2 arancia e di 1/2 limone, 25g di burro, 1/2 panetto di lievito fresco oppure 1/2 bustina di quello secco (ho usato la bustina di lievito madre da poco in commercio e sono venute molto digeribili), 1 uovo, 1 bustina di vanillina, 2 cucchiai di zucchero + zucchero q.b. per la rifinitura, olio di arachidi per friggere.

Prima di impastare, anche qualche ora prima, preparate in un piccolo recipiente l’acqua indicata assieme alle bucce grattugiate di limone e arancia così gli aromi saranno più persistenti nell’impasto.

Preparate prima il burro che dovrà essere morbido.

Continua la lettura di CIAMBELLE fritte morbide

Ricette a base di pesce

Il pesce è troppo buono e fa pure bene perciò ho un sacco di ricette sfiziose da proporvi; ho dovuto scrivere una pagina apposta visto che stavano diventando numerose e poi un angolino dedicato fa più ordine!

In questa pagina: acciughe marinate al limone,  spiedini di pesce gratinati in forno, calamaretti alla sciuè sciuè – anelli di totano al vapore – orata al forno -sgombri in crosta di patate – pesce spada ai carciofi – caciucco alla livornese – vongole in potacchio

ACCIUGHE MARINATE AL LIMONE

Col caldo estivo si ha voglia di pesce fresco e freddo che ci faccia pensare agli antipastini di un bel ristorante davanti al mare… Le acciughe, oltre a fare bene e ad essere un piatto sfizioso e leggero, sono un classico facile da realizzare.

Ingredienti: una vaschetta di acciughe freschissime da 400-500g,  già pulite e aperte a libro (ormai si trovano in tutti i supermercati, se invece le prendete fresche dal pescivendolo dovete armarvi di pazienza per togliere la lisca interna e le teste…), 4-5 limoni, aceto bianco, prezzemolo fresco tritato, peperoncino (facoltativo), sale q.b.

Cominciate con il lavare tutte le acciughe risciacquandole, con acqua fredda corrente, in uno scolapasta per qualche minuto. Se volete come me togliere meglio il gusto forte di pesce potete ulteriormente sciacquarle con l’aceto bianco e disporle su carta assorbente. Prendete un recipiente ampio, meglio se di vetro, e disponete le acciughe in modo che non si sovrappongano troppo.

Bisogna spremere 3 limoni (usando un colino per non far passare i semi) cercando di ricoprirle bene col succo; aggiungete anche una macinata di sale fino.  Coprite il recipiente con pellicola e lasciatele a marinare anche tutta la notte, di solito bastano almeno 4 ore ma meglio essere sicuri che siano “cotte”. Il giorno dopo toglietele dalla marinata: man mano che le scolate una ad una adagiatele sul piatto da portata o in un altro recipiente di vetro, conditele con olio extra-vergine d’oliva, col succo di un altro limone (o anche due, va a gusti) e prezzemolo in abbondanza. Se vi piacciono un po’ piccanti preparate qualche ora prima di condirle un po’ d’olio con un peperoncino schiacciato dentro in modo che prenda sapore e ricordatevi di controllare prima se manca ancora sale…

Continua la lettura di Ricette a base di pesce

Ricette dolci per Natale e Capodanno

Come avevo già accennato non è male l’idea di preparare dei dolcetti per accontentare un po’ tutti e per fare o aggiungere un pensiero fatto con il cuore… e naturalmente con le proprie mani!

TRONCHETTO DI NATALE

Mi piacciono tanto sia il tronchetto che il tiramisù così ho pensato di usare la stessa farcitura e la bagna al caffè con l’aggiunta della golosa Nutella…il risultato è stato super!

Ingredienti per il rotolo di pan di Spagna: 120g di farina 00, 150g di zucchero, 4 uova medie a temperatura ambiente, 1 cucchiaino di vanillina o di estratto di vaniglia, 1 cucchiaino di lievito per dolci, un pizzico di sale.

Montate i tuorli con lo zucchero e gli albumi a parte con un pizzico di sale, nella prima terrina incorporate la farina e la vaniglia poi gli albumi senza smontarli. Distribuite il tutto sulla leccarda con carta forno e cuocete  a 200° per 8 minuti (statico).

Sfornate e appena è tiepido giratelo  su un altro foglio di carta forno ed arrotolatelo delicatamente. Ora occupatevi della crema.

Ingredienti per la bagna e la farcitura:  una tazza di caffè allungato con un po’ di marsala ed un cucchiaio di zucchero; 200g di panna fresca, 250g di mascarpone, 50g di zucchero a velo, un bacello di vaniglia o un po’ di aroma liquido di vaniglia, 2 cucchiai di marsala.

Montate la panna con lo zucchero a velo ed incorporate il mascarpone, mescolate bene con il marsala e la vaniglia. Aggiungete 250g di Nutella precedentemente ammorbidita con 50g di panna. Srotolate piano il rotolo e bagnatelo con il caffè, distribuite generosamente la crema ed arrotolatelo; chiudetelo con la carta alluminio per lasciarlo un po’ in frigo a compattare mentre preparate la ganache.

Per la ganache utilizzate 250g di cioccolato fondente sciolto ed intiepidito con l’aggiunta di qualche cucchiaiata di mascarpone rimasto da parte.

Rifinite con le classiche ondine fatte con i rebbi della forchetta per simulare un vero tronco.

Se non volete il mascarpone anche nella ganache utilizzate il cioccolato fondente (250g) ammorbidito con la panna che una volta raffreddato sarà però più consistente ma comunque buonissimo!

P.s. Per la lista della spesa, poiché certi ingredienti si ripetono, serviranno in tutto 250g di panna fresca e 500g di mascarpone.

PANETTONI MIGNON AL CUOR DI CIOCCOLATO

IMG-20151220-WA0000

Ingredienti per 5 panettoncini: pirottini per panettoni, 3 uova freschissime a temperatura ambiente (1 ora fuori frigo), 80gr di burro morbido, 250gr di zucchero, 350gr di farina 0, 130ml di latte intero, scorza grattugiata e succo di mezza arancia, scorza grattugiata di 1 limone, 10gr di lievito per torte salate a lievitazione instantanea, cioccolato fondente (3-4 quadrati). Mandorle e granella di zucchero per la guarnizione. Chi vuole può mettere nell’impasto uvetta o canditi (io non li metto perché non mi piacciono!!).

Continua la lettura di Ricette dolci per Natale e Capodanno

La fragilità delle donne

scarpeVi ripropongo questo articolo oggi, 26 novembre 2019, perché ieri era la giornata mondiale sulla violenza verso le donne. Non me ne sono dimenticata, è solo che le mie amiche vittime di violenza o comunque questo argomento li ho sempre nel cuore, non c’è data che possa risolvere questo problema di civiltà, è una questione culturale ed educativa in cui si devono impegnare tutti ogni giorno.

Se vuoi raccontarci qualcosa puoi scrivere un commento qui a fondo pagina oppure sul forum dedicato nella sezione “discussioni”.

Ho voluto scrivere questo articolo contro la violenza sulle donne perché siamo noi, prima di tutto, a doverci difendere prendendo coscienza di certi comportamenti errati e dell’esistenza di  una sottocultura che dal Medioevo è arrivata ai giorni nostri. Poi ci sono anche gli uomini malati o ignoranti oltre ogni limite che soffrono di schizofrenia o manie di onnipotenza, che pensano di poter assoggettare una donna solo perché si credono superiori per i loro soldi o peggio ancora per il solo fatto di appartenere ad un altro sesso…

Tutto comincia dall’età dello sviluppo, quando vai a scuola e se solo sei un po’ carina ci sono i soliti bulli che mettono le mani avanti e si fanno vedere per dimostrare di essere già uomini (e che uomini!!); magari le compagne o amiche si girano dall’altra parte soprattutto se i soggetti in questione sono pure carini, anzi dovresti pure ritenerti fortunata di essere la vittima prescelta! Il più delle volte sono anche violenti verso gli altri componenti della classe giusto per far vedere chi comanda e si crea questo alone di omertà che ti fa pensare sia giusto così…images

Certo è impossibile cambiare la società di punto in bianco ma è un passo avanti capire che questi comportamenti vanno eliminati perché nella mente di una ragazzina avranno dei risvolti negativi nelle esperienze future.

Continua la lettura di La fragilità delle donne

A TUTTA BIRRA!

POLLO ALLA BIRRA

Questo piatto mi piace moltissimo ed è anche facilissimo da fare: il sughino che viene fuori è veramente gustoso e dire che a me la birra non piace! Lo so che dicendolo mi sono fatta dei nemici però almeno vedrete che cucinando con la birra saranno tutti accontentati (pure mio marito che se ne intende). In questo caso non occorre scomodare gli esperti, una birra normale da supermercato può bastare!

Ingredienti per 4 persone: 4 cosce e 3 sovracosce di pollo (ma per i pezzi scegliete quelli che vi piacciono di più e la quantità che preferite), 1-2 lattine di birra chiara (in base a quanto pollo cucinate), misto per soffritto (scalogno, carota, uno spicchio d’aglio), sale, rosmarino ed erbe aromatiche, un cucchiaino di miele d’acacia (facoltativo), olio q.b., farina q.b.

Continua la lettura di A TUTTA BIRRA!

Il fast-food di casa mia

file2741251775075In questa pagina: hamburger genuini, crocchette di pollo, patate al rosmarino e paprika.

Quand’ero un pochino più giovane, come spesso accade a chi non ha ancora le idee chiare su ciò che vuole fare dopo la scuola, ho lavorato alcuni anni in un fast-food e, a differenza di ciò che si possa credere, non mi stufavo mai di mangiare panini! Ora che preferisco una cucina più genuina non ho certo rinunciato a certe “maialate culinarie” ogni tanto, solo che gli ingredienti li scelgo io e far finta di cucinare ancora nel fast-food mi diverte un sacco!

HAMBURGER GENUINI

Per panino: 1 hamburger di carne rossa (preferibilmente comprato dal macellaio), pane fresco tipo ciabatta, qualche foglia di insalata novella o songino, 2 pomodorini, qualche pezzetto di cipolla bianca o 2 cucchiaini di cipolla in agrodolce,  maionese e salsa barbecue. La sottiletta è facoltativa…

Continua la lettura di Il fast-food di casa mia

Ricette che scaldano il cuore…e la pancia!

In questo articolo: cisrà – torta cioccolatosa alle pere – pollo alle spezie orientali e peperoni

CISRA’, LA ZUPPA DI CECI PIEMONTESE

Ricetta che avevo pubblicato su AlessandriaMagazine in occasione della Festainstagram di Ognissanti, l’ho preparata per seguire la tradizione ed è stata una rivelazione!!

Ingredienti per 4 persone: 400-450g di ceci secchi lasciati in ammollo 12 ore, 2-3 costolette di maiale, ½ cipolla bianca, 1 porro, ½ carota, ½ costa di sedano, 1 patata media, 1 spicchio d’aglio tagliato fine, un mazzetto fatto con 1 rametto di rosmarino, 2-3foglie di alloro, 2-3 di salvia, sale q.b., olio evo, un pizzico di sale grosso.

Preparate in un piatto le verdure tagliate: il porro e la carota a rondelle, il sedano e la patata a dadini.

In una pentola alta antiaderente soffriggete, due minuti nell’olio, l’aglio e la cipolla tagliati sottili poi aggiungete le verdure e i ceci.

Coprite tutto con acqua tiepida e quando giunge a bollore mettete il mazzetto di aromi e le costine, un pizzico di sale grosso, mescolate e lasciate sobbollire piano piano per 2 ore e mezza o più (dipende da che consistenza preferite per i ceci…).

Al termine della cottura aggiustare di sale (non mettetene troppo all’inizio perché le costine tendono già ad insaporire il brodo) e pepe (facoltativo). Per renderla più cremosa a me piace frullarne un po’ (col frullatore ad immersione si fa in un attimo).

Portare in tavola calda, se volete con l’aggiunta di crostoni di pane (ma è buona anche da sola, considerando che ci sono le costine è veramente un piatto unico!).


TORTA CIOCCOLATOSA ALLE PERE

C’è un modo più goloso per beneficiare delle virtù della frutta di stagione anche quando si tende ad evitarla: io preferisco di gran lunga la fIMG_20151012_182414rutta estiva, tendo a dimenticarmi l’esistenza di mele e pere che fanno tanto bene…ma quando sono nelle torte hanno tutto un altro gusto!!

Dopo la torta di mele vi propongo la mia ricetta per la torta di pere, non la solita con l’impasto al cacao ma con il cioccolato fondente che, sciolto vicino ai pezzi di pera e aromatizzato con la cannella, forma un connubio perfetto!

Continua la lettura di Ricette che scaldano il cuore…e la pancia!

Salute!

fruttaL’autunno è una stagione di passaggio che prevede degli sbalzi a cui il nostro organismo non è ancora abituato a gestire ed ecco che arrivano i primi malanni: mal di gola e raffreddore soprattutto per non parlare di peggio…

La natura è un alleato prezioso per prevenire almeno in parte i primi malesseri e rafforzare le nostre difese. Naturalmente se si parla di febbre o malattia in fase più avanzata sono assolutamente a favore dei medicinali, quando occorre si usano senza troppe remore, meno male che ci sono! Possiamo però cercare di essere più preparati all’arrivo dell’inverno considerando che “siamo quello che mangiamo”: se si può fare poco sull’aria inquinata che respiriamo, almeno quello che introduciamo lo decidiamo noi!

Dobbiamo solo nutrirci con frutta e verdura di stagione (tanta verdura, soprattutto se bevete poco come me!), in questo modo faremo un pieno di energia e vitamine: per esempio, tra gli ortaggi più utili in questa stagione troviamo la zucca e la cipolla.

Continua la lettura di Salute!

TRAVERSATA DEL LAGO

28 agosto 2019

Domenica prossima si avvicina e l’emozione cresce alle stelle; per me si tratta di una piccola impresa: un anno fa, con continui strascichi fino ad oggi, ho avuto problemi alla schiena (mi è uscita un’ernia) e non riuscivo nemmeno a mettere giù i piedi, il dolore era lancinante tant’è che dopo le cure necessarie ho ripreso a “zompettare”, non ancora a camminare benissimo ma diciamo che vado avanti.  L’acqua invece è sempre stata per me l’elemento amico, quello in cui non sento dolore e che mi aiuta a migliorare il mio stato pure quando sono costretta a muovermi  sulla terraferma!

Continua la lettura di TRAVERSATA DEL LAGO

arona, una perla del lago

 

Arona è una piccola cittadina sulle sponde del Lago Maggiore, meno conosciuta della più affollata Verbania o della rinomata Stresa; mi ci sono trasferita da poco e già la adoro: è bello poter camminare per le strade come se fossi una turista in gita anche quando svolgo le normali commissioni quotidiane. Pensare che prima di venirci ad abitare non conoscevo le sue potenzialità, ero stata solo un giorno a Stresa che, a parte il panorama sulle Isole, mi era piaciuta di meno! Non solo ci sono negozi carini e locali in cui si mangia bene ma ci sono angoli della città che rimangono nel cuore come il lungolago da cui si vede la rocca di Angera e la stessa rocca di Arona alzando lo sguardo… Continua la lettura di arona, una perla del lago

Dolci al cioccolato

DOLCE MATTONELLA

Cominciano i primi caldi; sia al termine di una cena con gli amici che come merenda ci vuole qualcosa di fresco e nello stesso tempo goloso… Provate la mia mattonella fatta con biscotti e una crema-mousse al cioccolato fondente, un dolce semplice da realizzare, un classico per grandi e piccini che però ho fatto fatica a trovare sul web come volevo io! Questa è la versione che ho inventato.

Per 6 persone: una confezione di biscotti secchi (Saiwa o Pain Croûte Lazzaroni), latte e Nesquik oppure liquore dolce a scelta.

Per la crema (io ho fatto 3 strati), 2 tuorli, 120g di zucchero, 400g di latte tiepido, essenza di vaniglia (se in tubetto un goccio, se bacca lasciatela nel latte messo a scaldare e poi toglietela), 2 cucchiai di farina, 200g di cioccolato fondente, 200g di panna fresca da montare. Cacao amaro.

Per guarnire: a scelta tra granella di nocciole, fragole, frutti di bosco (io ho caramellato la frutta: si porta a bollore poca acqua e succo di limone con zucchero, si immerge la frutta e si fa raffreddare su un piatto; rimane dolce e lucida oltre a mantenersi più a lungo).

Continua la lettura di Dolci al cioccolato