Ricette a base di pesce

Il pesce è troppo buono e fa pure bene perciò ho un sacco di ricette sfiziose da proporvi; ho dovuto scrivere una pagina apposta visto che stavano diventando numerose e poi un angolino dedicato fa più ordine!

In questa pagina: acciughe marinate al limone, spiedini di gamberi e calamari in padella,  spiedini di pesce gratinati in forno, calamaretti alla sciuè sciuè – anelli di totano al vapore – orata al forno -sgombri in crosta di patate – pesce spada ai carciofi – caciucco alla livornese – vongole in potacchio

ACCIUGHE MARINATE AL LIMONE

Col caldo estivo si ha voglia di pesce fresco e freddo che ci faccia pensare agli antipastini di un bel ristorante davanti al mare… Le acciughe, oltre a fare bene e ad essere un piatto sfizioso e leggero, sono un classico facile da realizzare.

Ingredienti: una vaschetta di acciughe freschissime da 400-500g,  già pulite e aperte a libro (ormai si trovano in tutti i supermercati, se invece le prendete fresche dal pescivendolo dovete armarvi di pazienza per togliere la lisca interna e le teste…), 4-5 limoni, aceto bianco, prezzemolo fresco tritato, peperoncino (facoltativo), sale q.b.

Cominciate con il lavare tutte le acciughe risciacquandole, con acqua fredda corrente, in uno scolapasta per qualche minuto. Se volete come me togliere meglio il gusto forte di pesce potete ulteriormente sciacquarle con l’aceto bianco e disporle su carta assorbente. Prendete un recipiente ampio, meglio se di vetro, e disponete le acciughe in modo che non si sovrappongano troppo.

Bisogna spremere 3 limoni (usando un colino per non far passare i semi) cercando di ricoprirle bene col succo; aggiungete anche una macinata di sale fino.  Coprite il recipiente con pellicola e lasciatele a marinare anche tutta la notte, di solito bastano almeno 4 ore ma meglio essere sicuri che siano “cotte”. Il giorno dopo toglietele dalla marinata: man mano che le scolate una ad una adagiatele sul piatto da portata o in un altro recipiente di vetro, conditele con olio extra-vergine d’oliva, col succo di un altro limone (o anche due, va a gusti) e prezzemolo in abbondanza. Se vi piacciono un po’ piccanti preparate qualche ora prima di condirle un po’ d’olio con un peperoncino schiacciato dentro in modo che prenda sapore e ricordatevi di controllare prima se manca ancora sale…


SPIEDINI DI GAMBERI E CALAMARI in padella

Quest’estate al mare il pranzo più leggero e gradito, anche al mio bimbo, è stato quello a base di spiedini di pesce; una volta tornata in città ho provato a rifarli e sorpresa…sono venuti meglio di quelli della rosticceria! Sicuramente col pesce fresco vengono strabuoni ma se vi accontentate e volete risparmiare si possono usare anche gamberi e calamari surgelati, se seguite il procedimento che vi consiglio non verranno gommosi.DSCN4452

Ingredienti: 1-2 calamari medi a persona, 6-8 gamberi argentini puliti a persona, bastoncini per spiedini,  sale saporito per pesce o sale fino normale, pangrattato, prezzemolo tritato (se gradito), limone, olio d’oliva q.b.

Continua la lettura di Ricette a base di pesce

Consigli dietetici per l’estate

Non ho assolutamente la pretesa di dirvi cosa dovete o non dovete mangiare, soprattutto nel periodo vacanziero: godetevi i sospirati giorni di libertà! Come ormai saprete la mia filosofia di base è “godersi la vita con un occhio alla salute!” per cui basterà seguire dei semplici consigli per stare bene senza soffrire o magari maledire la sottoscritta! In ogni caso in estate ci si muove di più all’aria aperta e viene più facile nutrirsi in modo sano, è il nostro fisico che richiede più frutta e verdura per reidratarsi, soprattutto per chi, come me, fa fatica a bere molta acqua!

DSCN1989Che siate a casa o sulla spiaggia si potrà comunque gustare una bella insalatona più volte a settimana e qui parte la fantasia, basta non mischiare troppi ingredienti di base e condirla con poco olio e sale, limone o aceto in quantità, spezie a scelta.

Continua la lettura di Consigli dietetici per l’estate

Dessert estivi

TIRAMISU’ IN BICCHIERE con pan di Spagna

Un classico molto versatile che piace  veramente a tutti; chi non vuole il cioccolato o il cacao può sbriciolare il pan di Spagna tipo torta Mimosa e aggiungere frutti di bosco e zucchero a velo…Stavolta l’ho voluto fare col pan di spagna ma per velocizzare potete usare i soliti biscotti savoiardi, se la crema è buona sarà comunque un ottimo dolce!

Per 4 coppette: 500g di mascarpone, 10 cucchiai di latte, 12 cucchiai di zucchero a velo, 1 bustina di vanillina (se sono bustine piccole metterne 2), 6 tuorli, cacao amaro e pepite di cioccolato.

Per la bagna: 1 tazza di caffè, un bicchierino di liquore all’amaretto ed 1 cucchiaio di Nesquik (da omettere se si preferisce meno dolce).

Continua la lettura di Dessert estivi

Estate: voglia di frutta!!

A chi non piace la frutta estiva, così dolce e succosa? Adoro le  pesche  ed fichi che però si possono gustare più di rado sia perché non sono sempre dolcissimi sia per le calorie  (magari li mangio due volte per stagione ma 10 alla volta!). Così mi sono data da fare per ideare delle torte o dessert che le contengano per aumentare la loro dolcezza e bontà!

TORTA DI PESCHE ALLA CREMA E BISCOTTI

20160717_160942 Si tratta di un guscio di frolla morbida contenente una crema deliziosa aromatizzata con il succo delle pesche, poi a seguire una bella spolverata di amaretti e biscottini di frolla che esaltano il gusto delle pesche a pezzetti che completano la torta….sicuramente da provare e riprovare!

Ingredienti per uno stampo da crostata di 24cm: 4 pesche non troppo mature tagliate a pezzetti sottili, il succo di mezzo limone, 1 cucchiaio di zucchero di canna, 4 amaretti secchi e 3 biscotti di frolla (normali, al cioccolato o entrambi).

Per la frolla: 260g di farina 00, 120g di burro, 125g di zucchero, ½ bustina di lievito vanigliato, un pizzico di sale, 1 uovo; 3 cucchiai di marmellata di pesche.

Per la crema: 250g di latte, 30g di zucchero, 30g di farina, 2 tuorli, il succo delle pesche (1-2 cucchiai di liquido).

  Continua la lettura di Estate: voglia di frutta!!

L’isola delle vacanze

Consigli di viaggio…

Chi ha già avuto la fortuna di tuffarsi nel mare cristallino della Sardegna sarà d’accordo con me se affermo che è paragonabile a quello dei Caraibi. Al posto delle palme troverete ovunque cespugli di mirto e fichi d’India, piante di aloe e altre simili ai cactus… DSCN4275

Le spiagge di sabbia bianca e fine si differenziano una dall’altra per la presenza o meno di scogli e tratti rocciosi, di dune o di vegetazione.

Diario di viaggio.

Estate 2015– Con la famiglia sono tornata quest’anno a Villasimius, nel sud della Sardegna. Abbiamo scelto di raggiungerla in aereo per quanto in auto ci sarebbe stata la possibilità di portare qualcosa in più; alla fine è stata la scelta più azzeccata visto che si dimezzano le ore di viaggio e non si arriva distrutti, comunque se non dovete fare lunghi tragitti per arrivare al porto di partenza e non soffrite di mal di mare si può anche pensare ad un viaggio notturno in traghetto, è un po’ come dormire nelle cuccette dei treni (provati entrambi)… insomma viaggio un po’ scomodo ma fattibile. Continua la lettura di L’isola delle vacanze

DIFENDIAMO LA NOSTRA SALUTE!

Lo diceva già Umberto Veronesi che una lotta efficace contro i tumori consiste principalmente nel condurre uno stile di vita sano sia per quanto riguarda quello che mangiamo che per la nostra capacità nel regolare lo stress che, attualmente, colpisce un po’ tutti, a prescindere dal lavoro che si fa, l’ansia ci attanaglia comunque per un motivo o per l’altro!

Continua la lettura di DIFENDIAMO LA NOSTRA SALUTE!

Ricette per la dieta

Altre ricettine dietetiche le potete trovare anche nel precedente articolo “Ricette semplici e veloci” ma ora cercherò di raggrupparle un po’ alla volta:

HAMBURGER DI SALMONE IMG_20160111_114618

Questa me la sono inventata oggi perché adoro il pesce ma anche cambiare menu ogni giorno; da tempo cercavo una ricetta con il salmone che è tra i pochi pesci che non amo particolarmente, eccetto quello affumicato che, come si sa, ha dei prezzi esorbitanti e si trova buono quasi solo nel periodo delle Feste. E’ un peccato mangiarlo solo in certi periodi visto il suo contenuto di Omega 3, una manna per la salute in generale!  Allora, ho pensato, perché non cercare di renderlo appetibile trasformandolo in un hamburger saporito? Come sapete mi piace molto l’hamburger di carne ma questo nuovo gusto vi stupirà…

 Ingredienti per 4 hamburger di dimensione standard: 140gr di salmone al naturale in trancio (1 scatoletta), 1 uovo, una manciata di erba cipollina, 1 pizzico di sale aromatizzato (tipo quello per la carne, al rosmarino, aglio, erbe miste), 1/2 scalogno spezzettato, 1 cucchiaio di salsa cocktail (o in mancanza di questa la maionese), 3-4 cucchiai di pangrattato più altro pane per impanare, olio d’oliva q.b. e se gradito.

Si può fare anche mescolando a mano ma con il robot da cucina farete in un battibaleno: mettete tutti gli ingredienti dentro e mescolate per un po’ finché non è tutto ben amalgamato, magari tenendo alla fine il pane grattugiato così ci si regola con la densità che si preferisce ottenere. Vengono comunque morbidi per cui si lavora giusto pochi secondi l’impasto con le mani e su un piatto con il pangrattato si schiaccia appena un po’. Io ho usato un bicchierone tondo per dare la forma ma anche a mano si riesce, risulteranno solo più rustici! Una volta rigirati delicatamente nel pangrattato li adagio su una padella antiaderente calda, 2-3 minuti da un lato e dall’altro e sono pronti. Potete aggiungere giusto poche gocce d’olio in cottura per evitare che diventino troppo secchi, mi raccomando poco eh? sennò la dieta va a farsi friggere…appunto!

Se li mangiate col panino abbiate cura di scaldare su padella antiaderente per qualche minuto anche l’interno del pane, in questo caso però direi che ci si potrà accontentare di un hamburger solo visto che c’è chi non resiste ad aggiungere un po’ di maionese… altrimenti basterà un semplice contorno di insalatina e pomodori condita con poco olio e aceto balsamico (che si abbina bene al gusto del salmone).


 MELANZANE GRIGLIATE

melanzaneLa melanzana è il mio ortaggio preferito; può sembrare pesante perché siamo abituati a mangiarle fritte ma fatte così sono decisamente più leggere pur restando saporite. Assieme ad un secondo, una bistecca ai ferri, un po’ di prosciutto oppure una mozzarella o una porzione di formaggio tipo robiola o crescenza, formeranno un piatto unico bilanciato.

Per due ho usato una sola melanzana di quelle tonde, l’ho tagliata a fettine e l’ho messa a spurgare col sale, nello scolapiatti, per più di mezz’ora. Usando la leccarda del forno, dopo averlo scaldato a 200°, mettete le vostre fette su un foglio di carta da forno, ungetele appena d’olio da entrambe le parti usando un pennello da cucina. Se vi piace metteteci un po’ di prezzemolo tritato. Bastano 15 minuti da una parte e 15 dall’altra con funzione grill (ripiano alto del forno).

Continua la lettura di Ricette per la dieta

CIAMBELLE fritte morbide

E’ dall’anno scorso che cerco sul Web la ricetta ideale, non che mi venissero male… ma erano buone solo appena fatte poi diventavano presto gommose invece oggi sono veramente soddisfatta: le ho messe in cartella come merenda per il giorno dopo ed erano ancora morbide! Certo che appena sfornate si sentono tutti gli aromi, sono più fragranti e golose ma basterà tenerle ben chiuse in un sacchetto per alimenti e  scaldarle un pochino al momento giusto per apprezzarne meglio il sapore.

Ingredienti per circa 10 ciambelle di misura media (come quelle del bar): 160g di farina 00, 115g di farina Manitoba, 65g di acqua e 65g di latte (5 cucchiai ca), un pizzico di sale, la buccia di 1/2 arancia e di 1/2 limone, 25g di burro, 1/2 panetto di lievito fresco oppure 1/2 bustina di quello secco (ho usato la bustina di lievito madre da poco in commercio e sono venute molto digeribili), 1 uovo, 1 bustina di vanillina, 2 cucchiai di zucchero + zucchero q.b. per la rifinitura, olio di arachidi per friggere.

Prima di impastare, anche qualche ora prima, preparate in un piccolo recipiente l’acqua indicata assieme alle bucce grattugiate di limone e arancia così gli aromi saranno più persistenti nell’impasto.

Preparate prima il burro che dovrà essere morbido.

Continua la lettura di CIAMBELLE fritte morbide

Dolci per tutte le stagioni…

IMG_20160420_090356Ci sono dolci, come le brioche, che vanno bene in qualsiasi stagione e  che scandiscono le nostre giornate: svegliarsi con una buona brioche profumata è già un buon inizio! Io le adoro e dopo svariati tentativi di “comprendere” l’arte dei lievitati ho deciso di condividere la mia ricetta ideale che ognuno può adeguare al suo gusto, per esempio mettendo qualche grammo di più o di meno di zucchero o di miele, regolando il sale (ho messo un cucchiaino abbondante però se ne può mettere di più o non metterlo affatto in quelle dolci…), se la gradite con più vaniglia omettere la buccia di limone e mettere una bustina intera di vanillina, insomma le varianti sono innumerevoli, l’importante sono l’impasto e la lievitazione. Il procedimento è semplice, basta decidere di mangiarle un giorno per l’altro, tanto lievitano da sole! Potete poi congelarle e averle a disposizione ogni giorno, a casa vostra come al bar!

Ingredienti per 8 brioches grandi o 16 normali: 500g di farina manitoba, 150g di zucchero semolato (+1 cucchiaino di miele, facoltativo) oppure 100g di zucchero semolato ed 1 cucchiaio di miele di acacia, 1-2 cucchiaini di sale fino, 70g di burro, 20g di lievito fresco (panetto), 2 uova, 1 cucchiaio di latte, 150g di acqua tiepida, ½ bustina di vanillina, buccia di un limone grattugiato. Se le riempite: marmellata a scelta oppure crema di cioccolato. Zucchero a velo e/o granella.

Continua la lettura di Dolci per tutte le stagioni…

arona, una perla del lago

 

Arona è una piccola cittadina sulle sponde del Lago Maggiore, meno conosciuta della più affollata Verbania o della rinomata Stresa; mi ci sono trasferita da poco e già la adoro: è bello poter camminare per le strade come se fossi una turista in gita anche quando svolgo le normali commissioni quotidiane. Pensare che prima di venirci ad abitare non conoscevo le sue potenzialità, ero stata solo un giorno a Stresa che, a parte il panorama sulle Isole, mi era piaciuta di meno! Non solo ci sono negozi carini e locali in cui si mangia bene ma ci sono angoli della città che rimangono nel cuore come il lungolago da cui si vede la rocca di Angera e la stessa rocca di Arona alzando lo sguardo… Continua la lettura di arona, una perla del lago

Ricette per giorni speciali

Ci sono tanti giorni speciali o anche solo giorni che possiamo rendere speciali senza particolari ricorrenze…basta la voglia di cucinare qualcosa di diverso dal solito!

FLAN DI TOPINAMBUR CON FONDUTA DI PARMIGIANO

Spesso questi flan si trovano spesso come antipasto in molti ristoranti chic piemontesi così ho voluto provare a farli tanto più che i topinambur sono tuberi caratteristici di questa regione, prima di venire qui non li avevo nemmeno sentiti nominare…eppure sono più saporiti delle patate e originali nel gusto e nella forma!! 

Ingredienti per 4 stampini: 400-500g di topinambur, 2 patate, ½ spicchio d’aglio, un filo d’olio d’oliva, 80-100g di parmigiano, ½ cucchiaio di farina, 1 uovo, sale, pepe, ½ bicchiere di latte, una spolverata di noce moscata, un rametto di rosmarino fresco.

Pelate e tagliate a dadini i topinambur e le patate, tuffateli in acqua fredda nel recipiente che utilizzate per pulire la verdura per poter poi scolare il tutto.

Fate soffriggere appena lo spicchio d’aglio con un filo d’olio ed il rametto di rosmarino. Aggiungete patate e topinambur e fate cuocere per circa 20 minuti finché non sentite con una forchetta che sono diventati teneri. Condite con sale e pepe poi metteteli in un mixer oppure utilizzate il frullatore ad immersione; mentre frullate unitevi anche l’uovo. Quando avrete raggiunto la consistenza di un purè potete riempire i vostri stampini avendo l’accortezza di ungerli leggermente con olio, se poi desiderate sformare i flan una volta cotti dovete anche ritagliare due strisce di carta da forno per ognuno e adagiarle sul fondo per facilitare l’operazione; lasciate un centimetro dal bordo.

Sistemateli dentro una teglia con acqua alla base per la cottura a bagnomaria ed infornate, a forno caldo e a mezza altezza, a 180° per 40 minuti più altri 5-10 minuti di grill.

Preparate a parte la crema di formaggio: in un padellino sciogliete una noce di burro assieme a ½ cucchiaio di farina, aggiungete il latte a filo come per fare una besciamella ed infine, sempre mescolando, il parmigiano grattugiato. Se volete mettere la fonduta di parmigiano anche come base dei tortini utilizzate 1l di latte per1 cucchiaio di farina e 100g di parmigiano.

Credo che quest’anno li farò a Natale o anche a Capodanno, sono buoni e d’effetto! Se li provate anche voi mandatemi la foto!

Continua la lettura di Ricette per giorni speciali

Il fast-food di casa mia

file2741251775075In questa pagina: hamburger genuini, crocchette di pollo, patate al rosmarino e paprika.

Quand’ero un pochino più giovane, come spesso accade a chi non ha ancora le idee chiare su ciò che vuole fare dopo la scuola, ho lavorato alcuni anni in un fast-food e, a differenza di ciò che si possa credere, non mi stufavo mai di mangiare panini! Ora che preferisco una cucina più genuina non ho certo rinunciato a certe “maialate culinarie” ogni tanto, solo che gli ingredienti li scelgo io e far finta di cucinare ancora nel fast-food mi diverte un sacco!

HAMBURGER GENUINI

Per panino: 1 hamburger di carne rossa (preferibilmente comprato dal macellaio), pane fresco tipo ciabatta, qualche foglia di insalata novella o songino, 2 pomodorini, qualche pezzetto di cipolla bianca o 2 cucchiaini di cipolla in agrodolce,  maionese e salsa barbecue. La sottiletta è facoltativa…

Continua la lettura di Il fast-food di casa mia

Ricette con le verdure

FRITTELLE DI ZUCCHINE GRATINATE ALLA MENTA

Ingredienti:  3 zucchine grosse, 150g di farina, olio di semi e d’oliva, menta q.b., spezie miste a piacere, sale aromatizzato (con aglio, timo, ecc), 100ml di latte, 2 tuorli + 1 uovo intero, 1-2 cucchiai di parmigiano o pecorino grattugiato.

Continua la lettura di Ricette con le verdure

Consigli in valigia

stock-photo-27419659-ragazza-con-cellulare-e-cagnolinoAria di vacanze e preparativi in corso: tutti dobbiamo fare i conti prima o poi con la valigia abbandonata in cantina…dobbiamo ricordarci di portarla su e di “rispolverarla” nel vero senso della parola e di lasciarla arieggiare un pochino in terrazzo finché, qualche giorno prima della partenza, ci possiamo chiedere “e adesso cosa cavolo ci metto dentro?”. In pratica qualsiasi donna ci metterebbe l’intera casa visto che potrebbe tornare utile qualsiasi cosa ma cerchiamo di contenerci: non ho la ricetta della valigia perfetta, come molti siti decantano ultimamente, dalla mia parte ho solo l’esperienza, essendo reduce dalle ferie da pochi giorni e posso almeno indicarvi cosa mi è stato utile portare e soprattutto quello che NON occorre portare! E’ già un buon consiglio per non ritrovarsi una valigia pesantissima e per non perdere tempo prezioso a farla…

Continua la lettura di Consigli in valigia

Consigli, notizie e pensieri in libertà!